Tac su calchi di Pompei

Quando nel 79 dopo Cristo, il Vesuvio eruttò i cittadini di Pompei furono investiti da un’onda di calore di 500 gradi. I loro corpi furono coperti da cenere e lapilli, mentre lavoravano,giocavano, fuggivano. Dopo 2000 anni e con l’aiuto della tecnologia nel campo medico, oggi è possibile ricavare tantissime informazioni, dai calchi ricavati nelle “impronte”, lasciate sotto la cenere da quelle vittime.

pom1

Sono le prime rivelazioni della Tac (Tomografia assiale computerizzata multi strato) eseguita su una trentina di calchi , alla quale sta lavorando una equipe di studiosi incaricati dalla Soprintendenza archeologica di Pompei. Il progetto coinvolge archeologi, antropologi, radiologi, odontoiatri, e ingegneri per i rilievi scanner-laser. Lo scopo è di risalire alle abitudini di vita, all’occupazione, al ceto sociale del’ ‘uomo nascosto nel calco’ (e ha già rivelato, ad esempio, il danno subito dalle ossa dovuto all’eccessiva presenza di fluoro nelle falde acquifere vesuviane). 

pom2

Anche se duemila anni fa non c’erano dentifrici possiamo affermare, grazie alla tac, che i pompeiani avevano un cavo orale da pubblicità televisiva. Denti perfetti grazie a un’alimentazione sana, con pochi zuccheri. Unico difetto alcune zone particolarmente consumate dall’uso improprio di tagliare o spezzare oggetti con la forza delle mandibole. I denti sono stati da sempre un elemento fondamentale per identificare le persone.

pom3

Nella storia della medicina legale i riconoscimenti grazie ad essi sono stati notevoli. Un esempio per tutti: le protesi e gli intarsi evidenti sulla radiografia del cranio consentirono il riconoscimento del corpo carbonizzato di Hitler. E questo perché le strutture dentali costituiscono la parte più resistente dell’organismo umano. I segreti dell’umanità, se si vuole, sono custoditi dunque nella bocca. I risultati di questo lavoro forniranno importanti informazioni sull’antica civiltà.

Festival Artecinema

Il Festival Artecinema, festeggia quest’anno la sua 20ª edizione: l’inaugurazione avrà luogo giovedì 15 ottobre alle ore 20.00 al Teatro San Carlo di Napoli e nei giorni 16 – 17 – 18 ottobre le proiezioni proseguiranno al Teatro Augusteo dalle ore 16.00 alle ore 24.00.

Sarà presentata una selezione di documentari sui maggiori artisti, architetti e fotografi degli ultimi cinquant’anni, suddivisi nelle sezioni Arte e Dintorni, Architettura, Fotografia.
I filmati raccontano la storia degli artisti. Biografie, interviste, narrazioni montate con materiali d’archivio, permettono agli spettatori di addentrarsi nel mondo dell’arte accompagnati direttamente dai protagonisti, di vedere gli artisti al lavoro nei propri atelier o dietro le quinte di importanti esposizioni internazionali.
Le proiezioni, per la maggior parte in prima nazionale, sono in lingua originale con traduzione simultanea in cuffia e sono intervallate da incontri e dibattiti con i registi, gli artisti e i produttori.

 
inaugurazione / opening

Oct
15

inaugurazione / opening

Teatro San Carlo / San Carlo Theatre
h 20.00
La serata inaugurale è aperta al pubblico
(biglietto d’ingresso 7 euro)
The inaugural event is open to the public
(ticket 7 euro)
 
Feuer & Flamme

Oct
16

Feuer & Flamme

Iwan Schumacher
Svizzera / Switzerland, 2010
86’, svizzero-tedesco, inglese, cinese / Schweizerdeutsch, English, ChineseTeatro Augusteo / Augusteo Theatre
h 22.30
 

Il selfie arriva in passerella

Anche se un po in ritardo, il selfie arriva in passerella, “cosa buona e giusta” visto che la moda rispecchia la società. La prima selfie-sfilata ha inzio da Dolce & Gabbana, durante il fashion show, quando le modelle sono uscite in passerella con in mano uno smartphone scattando selfie ed impazzendo di gioia. Un selfie-show in omaggio all’Italia, con le modelle che interpretano turiste straniere appena sbarcate nel bel paese. Un delizioso allestimento cinematografico con suggestivi angoli di un Italia ricca di eccellenze come: i ristoranti con tavolini, negozi di ceramiche e di souvenir e persino un teatro dei pupi. La sfilata, dal titolo Italia is love”  è sicuramente un tributo a tutta l’Italia. Un chiaro invito a farsi un selfie ricordo per il popolo della moda, un modo geniale per raccontare in una maniera diversa la sfilata in real time ai propri follower dei social network. La sfilata è un esplosine di colori e ricami con abiti semplicissimi, ma non minimali, anzi, decoratissimi.

gabba

Nessuna distrazione per gli autoscatto, i vestiti eranodi una tale e abbagliante bellezza,  che era  impossibile distrarre almeno un occhio.

foto

 

 

 

 

Alimenti consigliati per proteggere il cervello femminile

Recenti studi hanno evidenziato che  “Per preservare le facoltà mentali della donna sono fondamentali i carboidrati semplici e gli zuccheri semplici. Tra questi: pane, pasta, zucchero, miele, marmellata, carne bianca, pesce azzurro perché ricco di Omega 3, olio extravergine d’oliva, frutta (fresca e secca) e il latte. 

Tutte le attività che svolgiamo ogni giorno sono collegate al cervello: lavorare, studiare, apprendere, memorizzare… Per avere buone prestazioni intellettive è fondamentale l’alimentazione,  che determina le nostre performance. Come i cibi suindicati che stimolano lo sviluppo della mente e il suo benessere.
Chiaramente da privilegiare frutta, pesce azzurro e olio extra vergine d’oliva, invece con parsimonia carboidrati complessi e zuccheri.

Ogni età ha le sue caratteristiche  i suio consigli per restare in salute, la cosa importante è limitare i grassi, mangiare alimenti ricchi di Omega tre, ridurre il consumo di bevande zuccherine e favorire il consumo di acqua, frutta e verdura, un sicuro toccasono per il nostro cervello.

Siti Reali per la #DietaMediterranea

Quattro weekend di incontri e itinerari tra cibo, arte, archeologia, scienza ed eventi che si svolgeranno dal 25 settembre al 25 ottobre 2015 e saranno incentrati intorno ai maggiori monumenti della Campania, come le Residenze Borboniche di Portici, Caserta e Carditello, gli scavi di Pompei, il Belvedere di San Leucio, il Sito Reale di Capodimonte, il Museo Archeologico Nazionale di Napoli e il Complesso Monumentale di S. Domenico Maggiore di Napoli.

Un programma impegnativo che ha come obiettivo: promuovere il grande distretto agro-turistico della “Campania Felix”, sollecitando la salvaguardia del territorio e valorizzando le eccellenze culturali e agricole della regione, proponendo, al contempo, al mondo intero una via “mediterranea” al rapporto tra uomo-cibo-territorio e un possibile modello per garantire alle future generazioni il diritto al cibo e al benessere socio-economico in maniera diffusa e sostenibile».

I quattro weekend sono organizzati in due sessioni:
Sessione 1. Percorsi nella Dieta Mediterranea
per ogni fine settimana, un appuntamento dedicato alla Dieta Mediterranea con spazi di confronto, dibattito e degustazioni e un secondo appuntamento rivolto agli itinerari di visita nei siti patrimonio dell’umanità.
venerdì 25 settembre presentazione volume I napoletani da mangiafoglie a mangia maccheroni di Emilio SERENI, Sala Cinese, Reggia di Portici (ore 16) in collaborazione con il Dipartimento di Agraria Università degli studi di Napoli “Federico II”
domenica 27 settembre itinerario Come mangiavano gli antichi. A spasso nel tempo a Pompei tra tradizioni alimentari, antiche ricette e opere pittoriche presso gli Scavi di Pompei (ore 10:30)
venerdì 9 ottobre Capodimonte per Expo, artigiani del gusto e il futuro agricolo delle colline di Napoli in collaborazione con il Comune di Napoli
domenica 11 ottobre itinerario Oltre il Museo, la collina dai mille tesori
venerdì 16 ottobre Giovani e patrimoni Unesco in collaborazione con la Seconda Università degli studi di Napoli (ore 10)
sabato 17 ottobre I Beni Unesco della Campania in collaborazione con il Club Unesco Caserta (ore 10)
domenica 18 ottobre itinerario delle Residenze Borboniche della Campania Felix (ore 10)
Sessione 2. Festival della Dieta Mediterranea
dal 22 al 25 ottobre presso il Complesso Monumentale di S. Domenico Maggiore a Napoli. Durante il Festival saranno approfonditi i temi legati ai territori regionali della dieta mediterranea; sabato 24 ottobre si svolgerà la Cerimonia dei Premi Afan de Rivera e Siti Reali, per l’assegnazione delle rispettive borse di studio rivolte a giovani studenti del Sud Italia e consegnare i riconoscimenti ad alcune personalità e realtà di eccellenza che si sono distinte per l’impegno profuso a favore della Dieta Mediterranea. Nei quattro giorni del Festival della Dieta Mediterranea si svolgeranno parallelamente incontri, convegni e workshop tematici, racconti e letture di gusto, allestimenti, esposizione e stand di prodotti tipici campani e ancora itinerari di visita nel centro storico di Napoli, patrimonio Unesco dal 1995. Alcune di queste attività coinvolgeranno anche gli studenti delle scuole di Napoli e della Campania.

Pizzerie con “tre spicchi” vince la Campania.

Gli ispettori del Gambero Rosso hanno emesso il loro verdetto:  per la regione Campania le pizzerie con “tre spicchi” (PIZZA NAPOLETANA) sono, PEPE IN GRANI | CAIAZZO (CE)
50 KALÒ | NAPOLI
DA ATTILIO ALLA PIGNASECCA | NAPOLI
TRATTORIA FRESCO | NAPOLI
LA NOTIZIA | NAPOLI
O’ PIZZAIUOLO GUGLIELMO VUOLO | NAPOLI
SORBILLO | NAPOLI
STARITA | NAPOLI
VILLA GIOVANNA | OTTAVIANO (NA)
ERA ORA | PALMA CAMPANIA (NA)
PIZZERIA SALVO DA TRE GENERAZIONI | SAN GIORGIO A CREMANO (NA)
PALAZZO VIALDO | TORRE DEL GRECO (NA) .

salvo

I TRE SPICCHI, PIZZA ALL’ITALIANA vanno alla pizzeria
LA MASARDONA | NAPOLI .

fritta
I MAESTRI DELL’IMPASTO:

CIRO SALVO – 50 KALÒ | NAPOLI

kalo

LA MIGLIORE PIZZERIA GLUTEN FREE:

IL GUAPPO | MOIANO (BN)

moiano

 

Per la campania, il premio pizza dell’anno è andato a:

PEPE IN GRANI | CAIAZZO (NA)
Margherita sbagliata: infornata solo con mozzarella, con aggiunta, dopo la cottura, di salsa di pomodoro riccio e riduzione di basilico.

sbaglio

 

“Quel che emerge è una sempre più diffusa attenzione alle materie prime (dalla farina agli ingredienti) e alla tecnica di lavorazione. Poi, l’occhio di riguardo per tutte le persone che hanno problemi di intolleranze, con impasti gluten free.

Infine qualche curiosità a margine. La regione con il maggior numero di Tre Spicchi (12) è la Campania, al secondo posto con 6 la Toscana; terzo posto per il Lazio con 5 Tre Spicchi. Il Lazio è, invece, regione leader per la pizza in teglia con ben 3 Tre Rotelle.

Le bellezze di Pompei anche di notte

Ultima settimana per poter ammirare le bellezze di Pompei anche di notte.Un’esperienza unica, che riporta i visitatori indietro di duemila anni e li catapulta nella quotidinità dei pompeiani di allora. Un potente impianto di illuminazione, unito a proiezioni di immagini e situazioni dell’epoca, crea un’atmosfera particolare, capace di riportare il visitatore alla Pompei  prima che venisse colpita dall’eruzione del Vesuvio (79 d.c.). Il tutto raccontato dagli archeologi più esperti. Un tour emozionante e suggestivo, scelto per rappresentare la Campania al “World Travel Market” di Londra.
I turisti potranno visitare la mostra “Rapiti alla morte. I calchi – La fotografia”, allestita nell’Anfiteatro dell’area archeologica. Qui i calchi realizzati, a partire da quelli di Giuseppe Fiorelli, vengono presentati per la prima volta al pubblico dopo il recente restauro della Soprintendenza. Le visite alla mostra saranno contingentate per gruppi di 40 persone.

I SETTIMANA MOZARTIANA 5/7/9/10/11 Ottobre 2015

L’Associazione Mozart Italia, sede di Benevento, in collaborazione con la Napoli Cultural Classic di Nola e la Art Studio Gallery di Benevento è lieta di proporvi la I Settimana Mozartiana, prima fra tutte nella storia di Benevento. La Musica di Mozart, suonata da musicisti di alto spessore, rappresentanti della nostra terra campana inserita tra pittura e recitazione, in una magica cornice, il Convento di San Francesco.

In anteprima, gli artisti:

Musicisti

Giovanni Alvino
Elena Piccione
Gianluca Di Donato
Francesco Fusco
Giuseppe Branca
Luciano Corona
Ugo Montenigro
Pierluigi Minicozzi
Vincenzo Iovino
Marco Musco
Giuliano De Angelis
Rocco Roggia
Raffaele Rigliari
Gianluca Verlingieri
Linda Vanacore

CANTINE APERTE IN VENDEMMIA

A settembre il profumo delle uve e del mosto accoglie gli enoappassionati nelle cantine del Movimento Turismo del Vino. È il momento in cui le aziende si animano del lavoro incessante in vigna e della selezione dei grappoli migliori, un periodo suggestivo per visitare i vigneti, partecipare insieme ai vignaioli alla raccolta dell’uva e alle prime fasi di lavorazione. Ma anche tempo di festa, momento ideale per riscoprire in maniera “silenziosa” e “rispettosa” tradizioni antiche e paesaggi di una bellezza d’altri tempi. I Vigneti che si tingono di rosso e giallo con le ultime giornate di sole invitano quanti lo desiderano alla scoperta della loro essenza, della loro irresistibile quiete e vitalità, in un momento particolarmente significativo come quello vendemmiale. Per accogliere al meglio gli appassionati, le aziende organizzano eventi speciali come mostre d’arte, spettacoli, concerti e molto altro. Trattasi di un evento che, data la specificità di epoche di raccolta diverse fra regioni e regioni, zone e zone, dà modo di organizzare un calendario più lungo per una fruizione turistica che consente, perché no, di andare anche in regioni diverse. Noi per l’occasione vi segnaliamo l’evento organizzato, dalla  Cantine Astroni il 26 Settembre dalle ore 10.30 alle 13.00.

Articolazione della visita
• Ore 10.30 – Arrivo ed accoglienza: Registrazione del gruppo, presentazione dell’azienda e cenni sulla vendemmia attuale.
• Spostamento del gruppo ai vigneti e sosta sul cratere nell’area didattica: a scopo educativo in corrispondenza dei vigneti con affaccio sul cratere degli Astroni, Riserva Naturale dello Stato ed Oasi del WWF, è stata allestita (in maniera permanente) una penisola didattica contenente pannelli illustrativi e divulgativi riguardanti la storia, il territorio ed i vigneti. Qui i nostri ospiti saranno condotti alla scoperta del territorio e delle sue peculiarità vitivinicole, attraverso approfondimenti dei principali aspetti geologici, storici e naturalistici del territorio Flegreo.

astroni1
• Spostamento in Cantina – Visita negli ambienti di vinificazione, affinamento e barricaia: All’interno della cantina di produzione verrà illustrato il lavoro svolto per portare l’uva nel bicchiere, il gruppo condotto tra vasche, tini in acciaio, barricaia e uomini a lavoro assisterà difatti alla spiegazione della funzione delle macchine, le scelte tecnologiche e la filosofia aziendale produttiva.

astroni2
• Mostra di attrezzi enologici: artefatti artigianali e culturali cercheranno di raccontare le origini, la storia e l’evoluzione nel tempo della viticoltura nel territorio flegreo;
• Brindisi Flegreo: degustazione di Falanghina e Piedirosso accompagnata da assaggi di prodotti tipici locali

• Saluti e Congedo: ore 13.00

astroni3

E’ necessaria la prenotazione
I posti sono limitati! (NUMERO MAX 50 PERSONE)
Contributo di partecipazione: 10,00 euro

Per info e prenotazioni :
Cantine degli Astroni s.r.l.
Via Sartania, 48
80126 – Napoli
e.mail: info@cantineastroni.com
www.cantineastroni.com

Futuro Remoto 2015: dal 15 al 18 ottobre, piazza del Plebiscito

Futuro Remoto è un evento all’insegna della scienza e dell’innovazione che vuole coinvolgere l’intera città di Napoli in una straordinaria occasione per conoscere da vicino, con laboratori, dibattiti, dimostrazioni interattive, le oltre quattrocento proposte pervenute dalle Università, dai Centri di Ricerca, dalle scuole, dalle Istituzioni e dagli enti pubblici, dalle aziende, dalle associazioni e dai privati. L’evento si svolgerà nella piazza-simbolo della nostra città, piazza del Plebiscito, che per 4 giorni accoglierà studenti, cittadini e turisti con un programma ricco di eventi e grandi nomi della scienza. La manifestazione,  vuole essere un’occasione per valorizzare la “Napoli del fare”, ovvero una città moderna, che produce e innova, convivendo armoniosamente con la Capitale dell’arte e della tradizione che tutti conoscono. Il tema di Futuro Remoto2015, è “Frontiere” ,  intese come le frontiere della scienza e della tecnologia, ma anche quelle riguardanti il vivere sociale e la comunicazione. Sono previste nove  isole tematiche che, saranno allestite nel Villaggio scientifico: Cibo e Alimentazione, Il Mare, Il Viaggio, Corpo/Mente, Lo spazio, La Terra, La Fabbrica, La Città, Segni… Simboli… Segnali.