Aperitivo? Ecco cosa scegliere e cosa evitare

aperitivo

Una pausa di relax e convivialità ormai irrinunciabile per molti. Ma l’aperitivo rischia anche di tradursi in un’insidia per la linea e la salute.

Read More

Autovelox in città: multa nulla se non c’è pattuglia

Autovelox_fg

Buone notizie per gli automobilisti che hanno ricevuto una multa per eccesso di velocità tramite autovelox all’interno dei centri abitati: se la colonnina non è presidiata da una pattuglia, la sanzione deve essere annullata. E’ quanto affermato dal giudice di pace di Vigevano, con la sentenza numero 334/2015, che ha annullato un verbale elevato dalla Polizia Locale di Garlasco per il mancato presidio della postazione da parte degli accertatori.

Il giudice, scrive ‘Studio Cataldi‘, ha affermato che le postazioni di controllo che si trovano, come nel caso di specie, in un centro abitato, devono essere presidiate e gestite dagli organi di polizia stradale. Inoltre, le apparecchiature elettroniche utilizzate per la verifica del rispetto dei limiti di velocità, devono essere nella disponibilità di tali organi. In tal senso va anche il testo dell’articolo 345, comma 4, del regolamento di esecuzione e di attuazione del codice della strada.

 

Per il giudice di pace tali disposizioni devono essere considerate tassative, mentre, nella specie, l’organo accertatore non vi si era attenuto. In assenza di annotazioni a verbale precise e indicative dell’esatta ottemperanza delle regole sopra viste, a nulla rileva il fatto che nelle sue deduzioni, prive di fede privilegiata, la resistente abbia affermato che la colonnina è presidiata da una pattuglia che effettua normali controlli nelle immediate vicinanze della stessa e ne controlla il regolare funzionamento. Le spese di lite, comunque, sono compensate.

Stop alle truffe: i consigli dei Carabinieri

Un decalogo per non cadere in trappola. L’Arma dei Carabinieri scende ancora una volta in campo in difesa dei cittadini, stilando alcune regole fondamentali per evitare di cadere vittime di pericolosi raggiri e truffe. Ecco quali:

– Non aprite agli sconosciuti e non fateli entrare in casa. Diffidate degli estranei che vengono a trovarvi in orari inusuali, soprattutto se in quel momento siete soli in casa

Read More

Insieme per un futuro sostenibile

33677b6a0f

Con i progetti “Adotta un albero “ e “Insieme con la natura”, in programmazione per l’anno 2017, il WWF Napoli si pone l’obiettivo di sensibilizzare, diffondere e condividere con cittadini il ruolo rilevante che verde urbano ha ai fini di un assetto sostenibile delle città.

Read More

Chiamata sconosciuta: ecco come risalire al nome

cellulare_smartphone_Afp

Ti arriva sul cellulare una chiamata da un numero sconosciuto? Poco male. Se vuoi sapere chi è c’è sempre un modo. Anzi, più di uno. È infatti possibile – si legge sul portale di informazione giuridica studiocataldi.it – scoprire a chi appartiene anche senza necessariamente richiamarlo. Sebbene, al contrario di quanto avviene per la telefonia fissa, per la telefonia mobile non esistono degli elenchi pubblici che contengono i numeri di cellulare dei cittadini, non mancano tuttavia diverse risorse che rendono possibile la predetta operazione. Basta avere una connessione internet disponibile e il gioco è fatto.

Read More

Film su Pino Daniele

film-su-pino-daniele-in-anteprima-al-teatro-san-carlo-di-napoli-640x366-640x366

Si terrà domenica 19 marzo 2017, compleanno di Pino Daniele, al Teatro San Carlo di Napoli l’anteprima di un film sulla vita artistica dell’indimenticabile cantautore napoletano. “Vai mo’”, titolo provvisorio del lungometraggio, dura un’ora e quaranta minuti, ed è stato realizzato per la regia di Giorgio Verdelli. Il docufilm sarà proiettato il giorno dopo, il 20 marzo 2017, al Teatro Verdi di Salerno e poi è prevista anche una proiezione a Scampia in data da destinarsi.

 

Read More

Il giorno in cui si tradisce di più? Oggi

uomo_donna_ftg

Se oggi sentite il vostro partner più distante del solito, potrebbe esserci un motivo. Secondo uno studio condotto da Gleeden, un sito di dating online per gli incontri extraconiugali, i primi di gennaio, subito dopo le vacanze natalizie, si registrerebbe un picco di tradimenti. Particolarmente pericoloso, per le coppie, sarebbe il secondo lunedì dopo Natale, e cioè oggi. Ma tutto il mese, in generale, è a rischio infedeltà.

Read More

Spaghetti della Befana

spaghetti-della-befana

Spaghetti della Befana

Ingredienti per 4 persone

  • 400 g di Spaghetti di Gragnano
  • una manciata di cime di rapa freschissime
  • 120 g di guanciale di maiale nero casertano
  • 80 g di pecorino romano DOP mediamente stagionato
  • uno spicchio d’ aglio in camicia
  • olio EVO, sale, pepe q.b.
Read More

Francia, si avvicina alla pensione e lascia azienda ai dipendenti

azienda_fg_0301

Un imprenditore francese, all’avvicinarsi della pensione, ha deciso di lasciare il timone della sua azienda ai propri dipendenti piuttosto che scegliere di lasciarla ai propri o venderla “al doppio” ad un’altra impresa. A raccontare la storia di questo imprenditore “atipico”, Eric Belile, è il quotidiano transalpino ‘Ouest France’.

“Belile avrebbe potuto vendere La Générale de bureautique”, una società di fotocopiatrici situata a Nantes, in Bretagna, “ma ha scelto di passare il testimone al suo team perdendo dei soldi” perché “glielo dovevo”, spiega l’imprenditore francese al quotidiano regionale. “Lo dovevo ai dipendenti. Per me è naturale che l’azienda resti ai dipendenti: abbiamo costruito il progetto insieme. Non è una decisione altruista, è semplicemente l’evoluzione normale delle cose. Vendere ad un gruppo avrebbe significato dei licenziamenti”, spiega ancora Belile.

Per portare a compimento il suo progetto, l’imprenditore ha costruito uno schema giuridico finanziario (chiamato in Francia Lbo) con cinque quadri della società in modo da poterli accompagnare nella gestione dell’azienda nel periodo di transizione. Con questo schema, concretamente, spiega il quotidiano, “sacrificherà, per 7 anni, 4 milioni di euro di dividendi”. “Preferisco guadagnare meno soldi e che l’azienda rimanga ai dipendenti”, spiega ancora Belile che ha creato 27 anni fa La Générale de bureautique. Un’azienda che attualmente ha un fatturato di 8 milioni di euro e che ha registrato nel 2016 una crescita del 25%.