Wine&Thecity 2018 a Napoli | Programma Completo

Dal 3 al 25 maggio 2018 ritorna a Napoli la XI Edizione di Wine&Thecity la bella rassegna diffusa che celebra l’ebbrezza creativa. Anche quest’anno Wine&Thecity si svolgerà a Napoli in vari luoghi nei musei, nei cortili dei palazzi storici e nelle boutique ma anche in mare e per strada. Wine&Thecity seguirà quest’anno il tema del gioco e metterà, come al solito, in rete cento luoghi della città in nome dell’ebbrezza creativa e di una nuova cultura del bere. Tantissimi gli eventi importanti anche quest’anno per questa undicesima edizione di questa manifestazione voluta e guidata sempre con cura ed eleganza da Donatella Bernabò Silorata.

 

Read More

Torna la sagra delle sagre 2017 a Sant’Angelo dei Lombardi

Si terrà dal 10 al 12 novembre 2017 la diciassettesima edizione della Sagra delle sagre nel centro storico di Sant’Angelo dei Lombardi.

L’organizzazione è a cura della Pro Loco “Alta Irpinia – Sant’Angelo dei Lombardi” che ha pensato la manifestazione non come una semplice sagra che ruota attorno solo alla gastronomia locale, ma come una sorta di rassegna di tutte le sagre dell’Irpinia e quindi una vetrina del turismo delle zone interne.

 

Read More

Tagliolini al Limone: il Trionfo della bontà

tagliolini-al-limone

I tagliolini al limone sono una delle ricette più popolari della Costiera Amalfitana e vengono preparati praticamente da tutti i ristoranti tradizionali, lungo tutta la costa, sia in estate che in inverno. Sono un ottimo piatto per chi è alla ricerca di un primo semplice e raffinato al tempo stesso, dove a fare la differenza è, neanche a dirlo, l’incredibile qualità dei Limoni IGP del nostro angolo di paradiso.

Read More

Le sagre con i sapori d’autunno

Fiera del porro di Cervere – Cervere (CN) – Sabato 21 e domenica 22 sua maestà il porro viene festeggiato in provincia di Cuneo tra spettacoli, divertimenti, mercati e momenti gastronomici. Nel ricco menù dell’evento il porro di Cervere incontra il pesce della Liguria, la Bagna Caoda di Faule, la Pera Madernassa di Guarene, i Ceci di Nucetto, le Raviole di Sampeyre, i Toumin dal Mel di Melle, i Bocconcini d’Oca del Palio di Fossano e le Quaquare di Genola.

Sapori d’autunno – Lavagna di Comazzo (LO) – Presso l’oratorio di Lavagna di Comazzo, grazie all’allestimento di una tensostruttura riscaldata, sabato 21 e domenica 22 viene organizzita una festa dedicata ai sapori della stagione autunnale: per l’occasione è possibile degustare cassoeula con polenta, stinco al forno con patate, polenta e zola, torta paesana e vin brulè per “riscaldare” gli animi.

Fiera del formaggio di Fossa – Sogliano (FC) – Per tre weekend consecutivi, dal 22 novembre al 06 dicembre, si svolge la 41a edizione della Sagra del Formaggio di Fossa, il tipico prodotto della vallata del Rubicone. Spettacoli teatrali, convegni, stand degli allevatori e coltivatori che espongono i prodotti delle aziende agricole locali sono solo alcuni dei momenti che caratterizzano la festa; previste anche attività e momenti ricreativi per bambini e spettacoli musicali.

Sapori di cinta – Sovicille (SI) – Sabato 21 e domenica 22 novembre si svolge la prima edizione di Sapori di Cinta, prima sagra toscana interamente dedicata alla cinta senese. Per due giorni la cittadina toscana sarà un punto di riferimento per chi ama queste pregiate carni, grazie a un’interessante serie di eventi a tema. Il programma prevede in entrambi i giorni l’allestimento del Mercatino della Val di Merse, ricco di prodotti tipici locali e di oggetti d’artigianato. Non mancano, poi, alcuni incontri tematici e dei momenti a tavola in cui apprezzare la cinta senese: gli stand gastronomici vengono allestiti presso il Circolo ARCI di Via delle Fonti e restano aperti sabato sera a cena dalle 20:00 e domenica a pranzo dalle 12:30.

Sagra delle Frattaglie – Greve in Chianti (FI) – Per due weekend consecutivi (21 – 22 e 28 – 29 novembre) Strada in Chianti, frazione del comune di Greve in Chianti ospita una sagra in cui è possibile degustare alcune delle ricette tipiche della tradizione contadina che vedono protagoniste le frattaglie. Tra queste citiamo trippa alla fiorentina, lampredotto, inzimino, stufato core e paracore, poppa, cipolline e trippa fritta . Non mancano altri piatti come pizza cotta nel forno a legna e carne alla griglia. Si potrà accompagnare il tutto con vini selezionati tra quelli delle migliori fattorie del territorio. Gli stand gastronomici restano aperti tutte le sere a cena dalle 19:30 e la domenica anche a pranzo dalle 12:30.

Sagra della Bruschetta – Monteleone Sabino (RI) – L’appuntamento è fissato per domenica 22 novembre con la 20esima edizione della “Sagra della Bruschetta”, piatto povero tipico della tradizione contadina che più di ogni altro riesce ad esaltare il sapore dell’oro verde locale. Per l’occasione vengono proposte visite guidate nel frantoio biologico del paese, che mostrano la lavorazione dell’olio con le macine di pietra.

Pane, olio e… – Montelibretti (RM) – In questa terra rigogliosa compresa fra Roma e Rieti, l’olio di oliva non è solo un prodotto tipico, ma è qualcosa di più: da secoli è il simbolo delle fatiche quotidiane nei campi e fonte primaria di sostentamento, è un legame profondo e inscindibile che si tramanda da padre in figlio. Il 21 e 22 novembre torna a Montelibretti “Pane, Olio e…” che per un intero fine settimana trasforma il grazioso centro agricolo che sorge tra la valle del Tevere e quella del Fosso Carolano nel “cuore dell’olio”.

Sagra de su Piritzolu 2015 – Macomer (NU) – Si svolge nel centro storico di Macomer, nella giornata di sabato 21 novembre a partire dalle ore 11:00, la terza edizione della “Sagra de su Piritzolu“. Si tratta del vino dei poveri di una volta, quando i Prinzipales concedevano ai propri sottoposti di bere solamente di bere il Piritzolu – che rimane più leggero e a bassa gradazione – , tenendo per se il vino realizzato con la sola uva . Da tre anni l’Associazione Culturale Coro Folk Melchiorre Murenu – in collaborazione con i produttori e i viticoltori di Macomer – , organizza una sagra in suo onore.

Sagra della Cassatella e le Vie dei Sapori – Agira (EN) – Stand, musica, folklore e gastronomia invadono il centro fieristico di Agira. La sagra è interamente dedicata alla cassatella, prodotto De.Co di Agira: un dolce tipico di pasta frolla a forma di mezzaluna con ripieno di un impasto di cacao, mandorle tritate, farina di ceci, zucchero e scorza di limone essiccata.

TOUR ENOGASTRONOMICO CAMPANIA FOOD & WINE V EDIZIONE

APPUNTAMENTO CAMPANIA FOOD & WINE

dal 15 al 17 Ottobre dalle 19,30 alle 22,00 / 15th – 17th October from 07,30 p.m. to 10,00 p.m.
Cantine Marisa Cuomo
DEGUSTAZIONE GRATUITA / FREE DEGUSTATION
Costa d’Amalfi Furore Bianco DOC 2014Locanda del Marinaio
Via L. D’Amalfi, 20
Tel. 089 871175
www.locandadelmarinaio.it APPUNTAMENTO CAMPANIA FOOD & WINE
dal 15 al 17 Ottobre dalle 19,30 alle 22,00 / 15th – 17th October from 07,30 p.m. to 10,00 p.m.
Azienda Vitivinicola Polito Carlo
DEGUSTAZIONE GRATUITA / FREE DEGUSTATION
Fiano Cilento DOP “Saracè”
Aglianico Cilento DOP “Corsaro”
Vino Liquoroso “Elixir di Bacco”
&
Dal 15 al 17 Ottobre per la cena / 15th – 17th October for dinner

Pastificio F.lli Setaro
DEGUSTAZIONE / DEGUSTATION
Pasta artigianale trafilata in bronzo “Mezzi Paccheri”Taverna Buonvicino
Largo S. Maria Maggiore, 1-3
Tel. 089 8736385
www.tavernabuonvicino.comAPPUNTAMENTO CAMPANIA FOOD & WINE
dal 15 al 17 Ottobre dalle 19,30 alle 22,00 / 15th – 17th October from 07,30 p.m. to 10,00 p.m.
Le Vigne di Raito
DEGUSTAZIONE GRATUITA / FREE DEGUSTATION
Ragis Rosso 2010

FURORE

Hostaria di Bacco
Via G.B. Lama, 9
Tel. 089 830360
www.baccofurore.itAPPUNTAMENTO CAMPANIA FOOD & WINE
dal 15 al 17 Ottobre dalle 19,30 alle 22,00 / 15th – 17th October from 07,30 p.m. to 10,00 p.m.
Cantine Antonio Caggiano
DEGUSTAZIONE GRATUITA / FREE DEGUSTATION
“Salae Domini” Irpinia Campi Taurasini DOC 2013
Fiano di Avellino DOCG 2014

 

MAIORI

Pineta 1903
C.so Reginna, 53
Tel. 089 851750
www.ristorantepineta1903.itAPPUNTAMENTO CAMPANIA FOOD & WINE
dal 15 al 17 Ottobre dalle 19,30 alle 22,00 / 15th – 17th October from 07,30 p.m. to 10,00 p.m.
Selvanova Fattorie
DEGUSTAZIONE GRATUITA / FREE DEGUSTATION
Selvanova Silicata 2005 – Pallagrello

POSITANO

“da Gabrisa” – Hotel Villa Gabrisa
Via Pasitea, 219/227
Tel. 089 811498
www.villagabrisa.itAPPUNTAMENTO CAMPANIA FOOD & WINE
dal 15 al 17 Ottobre dalle 19,30 alle 22,00 / 15th – 17th October from 07,30 p.m. to 10,00 p.m.
Azienda Vitivinicola Salvatore Molettieri
DEGUSTAZIONE GRATUITA / FREE DEGUSTATION
Taurasi D.O.C.G. Vigna Cinque Querce 2008
Taurasi D.O.C.G. Renonno 2010Domina Home Royal
Via Pasitea, 344
Tel. 089 875000
www.dominahome.itAPPUNTAMENTO CAMPANIA FOOD & WINE
dal 15 al 17 Ottobre dalle 19,30 alle 22,00 / 15th – 17th October from 07,30 p.m. to 10,00 p.m.
Azienda Agricola La Molara
DEGUSTAZIONE GRATUITA / FREE DEGUSTATION
Vino Spumante di qualità ExtraDry da uva fiano
Greco di Tufo DOCG 2013
“Vigna Claudia” Irpinia DOC Campi Taurasini 2013Hotel Covo dei Saraceni
Via Regina Giovanna, 5
Tel. 089 875400
www.covodeisaraceni.itAPPUNTAMENTO CAMPANIA FOOD & WINE
dal 15 al 17 Ottobre dalle 19,30 alle 22,00 / 15th – 17th October from 07,30 p.m. to 10,00 p.m.
Tenuta Cavalier Pepe Società Agricola
DEGUSTAZIONE GRATUITA / FREE DEGUSTATION
“Brancato” Fiano di Avellino DOCG 2013
“Opera Mia” Taurasi DOCG 2009
&
Villa Massa

DEGUSTAZIONE GRATUITA / FREE DEGUSTATION
“Limoncello di limoni di Sorrento Villa MassaIl Capitano – Hotel Montemare
Via Pasitea, 119
Tel. 089 875010
www.hotelmontemare.itAPPUNTAMENTO CAMPANIA FOOD & WINE
dal 15 al 17 Ottobre dalle 18,00 alle 21,00 / 15th – 17th October from 06,00 p.m. to 09,00 p.m.
Cantine I Favati
DEGUSTAZIONE GRATUITA / FREE DEGUSTATION
Greco di Tufo DOCG Terrantica 2013Il Fornillo
Via Pasitea, 268-273
Tel. 089 811954
www.ilfornillo.itAPPUNTAMENTO CAMPANIA FOOD & WINE
dal 15 al 17 Ottobre dalle 19,30 alle 22,00 / 15th – 17th October from 07,30 p.m. to 10,00 p.m.
Azienda Agricola Cautiero
DEGUSTAZIONE GRATUITA / FREE DEGUSTATION
Falanghina del Sannio Fois DOC 2014
&
16 Ottobre per la cena / 16th October for dinner

Pastificio F.lli Setaro
DEGUSTAZIONE / DEGUSTATION
Pasta artigianale trafilata in bronzo “Paccheri”Pupetto
Via Fornillo, 37
Tel. 089 875087
www.hotelpupetto.itAPPUNTAMENTO CAMPANIA FOOD & WINE
dal 15 al 17 Ottobre dalle 19,30 alle 22,00 / 15th – 17th October from 07,30 p.m. to 10,00 p.m.
Ocone Vini
DEGUSTAZIONE GRATUITA / FREE DEGUSTATION
“Plutone” Piedirosso D.O.P.
“Diana” Falanghina D.O.P.Taverna del Leone
Via Laurito, 43
Tel. 089 875474
www.latavernadelleone.comAPPUNTAMENTO CAMPANIA FOOD & WINE
dal 15 al 17 Ottobre dalle 19,30 alle 21,30 / 15th – 17th October from 07,30 p.m. to 09,30 p.m.
Viticoltori De Conciliis
DEGUSTAZIONE GRATUITA / FREE DEGUSTATION
Donnaluna Aglianico IGP 2013
Donnaluna Fiano IGP 2014

PRAIANO

Bar Mare Petit Restaurant
Via Marina di Praia, 9
Tel. 089 874706
bar.mare@hotmail.itAPPUNTAMENTO CAMPANIA FOOD & WINE
dal 15 al 17 Ottobre dalle 19,30 alle 22,00 / 15th – 17th October from 07,30 p.m. to 10,00 p.m.
La Guardiense
DEGUSTAZIONE GRATUITA / FREE DEGUSTATION
Falanghina del Sannio DOP
Sannio Aglianico DOPIl Pino
Via G. Capriglione, 13
Tel. 089 813004
www.ilpinopraiano.comAPPUNTAMENTO CAMPANIA FOOD & WINE
dal 15 al 17 Ottobre dalle 19,30 alle 22,00 / 15th – 17th October from 07,30 p.m. to 10,00 p.m.
Cantine Carputo
DEGUSTAZIONE GRATUITA / FREE DEGUSTATION
Falanghina DOC dei Campi Flegrei
Piedirosso DOC dei Campi Flegrei
Collina Viticella Falanghina dei Campi Flegrei “CRU”Il Pirata
Via Terramare
Tel. 089 874377
www.ristoranteilpirata.netAPPUNTAMENTO CAMPANIA FOOD & WINE
dal 15 al 17 Ottobre dalle 18,00 alle 20,00 / 15th – 17th October from 06,00 p.m. to 08,00 p.m.
Villa Raiano
DEGUSTAZIONE GRATUITA / FREE DEGUSTATION
Fiano di Avellino DOCG 2014
Irpinia Aglianico DOC 2013La Strada
Via G. Capriglione, 178
Tel. 089 813081
www.lastradaristorante.itAPPUNTAMENTO CAMPANIA FOOD & WINE
dal 15 al 17 Ottobre dalle 19,30 alle 22,00 / 15th – 17th October from 07,30 p.m. to 10,00 p.m.
Corte Normanna Società Agricola
DEGUSTAZIONE GRATUITA / FREE DEGUSTATION
Falanghina del Sannio DOP 2014
Falanghina del Sannio DOP Spumante Extra DryM’ama!
Via Umberto I, 72
Tel. 089 874628
www.ristorantemama.itAPPUNTAMENTO CAMPANIA FOOD & WINE
dal 15 al 17 Ottobre dalle 19,30 alle 22,00 / 15th – 17th October from 07,30 p.m. to 10,00 p.m.
Azienda Agricola Fontanavecchia
DEGUSTAZIONE GRATUITA / FREE DEGUSTATION
Taburno Falanghina del Sannio DOP 2014Voce ‘e Notte Grill & Sunset Bar – Hotel Le Fioriere
Via G. Capriglione, 138
Tel. 089 874203
www.lefioriere.itAPPUNTAMENTO CAMPANIA FOOD & WINE
dal 15 al 17 Ottobre dalle 19,30 alle 22,00 / 15th – 17th October from 07,30 p.m. to 10,00 p.m.
La Fortezza Società Agricola
DEGUSTAZIONE GRATUITA / FREE DEGUSTATION
Falanghina del sannio sottozona taburno DOC 2014

CANTINE APERTE IN VENDEMMIA

A settembre il profumo delle uve e del mosto accoglie gli enoappassionati nelle cantine del Movimento Turismo del Vino. È il momento in cui le aziende si animano del lavoro incessante in vigna e della selezione dei grappoli migliori, un periodo suggestivo per visitare i vigneti, partecipare insieme ai vignaioli alla raccolta dell’uva e alle prime fasi di lavorazione. Ma anche tempo di festa, momento ideale per riscoprire in maniera “silenziosa” e “rispettosa” tradizioni antiche e paesaggi di una bellezza d’altri tempi. I Vigneti che si tingono di rosso e giallo con le ultime giornate di sole invitano quanti lo desiderano alla scoperta della loro essenza, della loro irresistibile quiete e vitalità, in un momento particolarmente significativo come quello vendemmiale. Per accogliere al meglio gli appassionati, le aziende organizzano eventi speciali come mostre d’arte, spettacoli, concerti e molto altro. Trattasi di un evento che, data la specificità di epoche di raccolta diverse fra regioni e regioni, zone e zone, dà modo di organizzare un calendario più lungo per una fruizione turistica che consente, perché no, di andare anche in regioni diverse. Noi per l’occasione vi segnaliamo l’evento organizzato, dalla  Cantine Astroni il 26 Settembre dalle ore 10.30 alle 13.00.

Articolazione della visita
• Ore 10.30 – Arrivo ed accoglienza: Registrazione del gruppo, presentazione dell’azienda e cenni sulla vendemmia attuale.
• Spostamento del gruppo ai vigneti e sosta sul cratere nell’area didattica: a scopo educativo in corrispondenza dei vigneti con affaccio sul cratere degli Astroni, Riserva Naturale dello Stato ed Oasi del WWF, è stata allestita (in maniera permanente) una penisola didattica contenente pannelli illustrativi e divulgativi riguardanti la storia, il territorio ed i vigneti. Qui i nostri ospiti saranno condotti alla scoperta del territorio e delle sue peculiarità vitivinicole, attraverso approfondimenti dei principali aspetti geologici, storici e naturalistici del territorio Flegreo.

astroni1
• Spostamento in Cantina – Visita negli ambienti di vinificazione, affinamento e barricaia: All’interno della cantina di produzione verrà illustrato il lavoro svolto per portare l’uva nel bicchiere, il gruppo condotto tra vasche, tini in acciaio, barricaia e uomini a lavoro assisterà difatti alla spiegazione della funzione delle macchine, le scelte tecnologiche e la filosofia aziendale produttiva.

astroni2
• Mostra di attrezzi enologici: artefatti artigianali e culturali cercheranno di raccontare le origini, la storia e l’evoluzione nel tempo della viticoltura nel territorio flegreo;
• Brindisi Flegreo: degustazione di Falanghina e Piedirosso accompagnata da assaggi di prodotti tipici locali

• Saluti e Congedo: ore 13.00

astroni3

E’ necessaria la prenotazione
I posti sono limitati! (NUMERO MAX 50 PERSONE)
Contributo di partecipazione: 10,00 euro

Per info e prenotazioni :
Cantine degli Astroni s.r.l.
Via Sartania, 48
80126 – Napoli
e.mail: info@cantineastroni.com
www.cantineastroni.com

Percorsi enogastronomici: storia ed ingredienti del celebre piatto napoletano che rappresenta l’Italia nel mondo: la pizza

Prima di affrontare l’argomento pizza, ci sembra doveroso  soffermarci sui suoi ingredienti basilari: il pomodoro e la mozzarella.

I pomodori San Marzano

sono un pilastro della cucina napoletana e della dieta mediterranea. Le ricette a base di questo frutto, chiamato anche “oro rosso”, sono innumerevoli: primi piatti di pasta asciutta o in brodo, contorni, secondi piatti e, naturalmente, pizza.

pomodoro_san_marzano_dop

Originari del Perù, esportati in Italia dai dominatori spagnoli e coltivati per la prima volta proprio nel comune di San Marzano, gli omonimi pomodori sono i più adatti in assoluto per la trasformazione nei famosi “pelati”, prodotto tipico italiano esportato in tutto il mondo. La loro caratteristica forma allungata, la polpa soda quasi priva di semi, il colore rosso intenso, li rendono unici e riconoscibili tra le mille varietà esistenti di questo frutto.

La mozzarella

E’ il secondo ingrediente fondamentale per una pizza come si deve, in particolare la mozzarella di bufala campana. Questo formaggio fresco ha origini molto antiche, anche se un tempo non era destinato al commercio, ma a un consumo di tipo famigliare a causa della sua facile deperibilità.

mozza

L’introduzione in Italia del bufalo, animale originario dell’India, pare risalga addirittura all’anno 1000. Il suo latte, molto più grasso, ricco di proteine e saporito di quello vaccino, un tempo era utilizzato per produrre altri formaggi più stagionati. Da più di un secolo la mozzarella di bufala è uno dei prodotti più apprezzati della Campania, realizzato con i metodi genuini di una volta: ancora oggi per ottenere un chilo di mozzarella campana servono circa 4 litri e mezzo di latte di bufala.

La pizza e la sua storia millenaria

Antenati del piatto nostrano venivano infatti serviti sulle tavole degli antichi egizi, dei greci e dei romani: si trattava di focacce sottili per lo più aromatizzate con erbe e spezie. Quando poi vennero importati in Italia bufali e pomodori, si cominciò a delineare la pizza come la conosciamo oggi.

A metà tra cibo raffinato e pietanza del popolo, a partire dal 1700 la Pizza divenne a Napoli uno dei piatti principali e un simbolo della cultura gastronomica napoletana.

La sua consacrazione definitiva risale però al 1889, quando il celebre pizzaiolo Raffaele Esposito varcò la soglia della Reggia di Capodimonte omaggiando la regina Margherita di Savoia con tre tipi di pizza diversi. Quella che piacque di più alla regina era condita con mozzarella fiordilatte, pomodoro e basilico e venne chiamata Margherita in suo onore.

oste

regina

Oggi la pizza si può gustare nella maggior parte dei ristoranti di Napoli, dove viene proposta in mille varianti. Noi però, da veri puristi, vi consigliamo di non perdere la pizza più tipica di Napoli, quella con la mozzarella di bufala campana: ricordatevi che solo a Napoli gusterete una pizza così! Tra le numerose pizzerie consigliamo Brandi, antica pizzeria le cui origini risalgono al 1780.

brandi

Calici di stelle

Campoli del Monte Taburno, Tramonti, Petruro Irpino e Guardia Sanframondi. Dal 4 e fino al 10 agosto 2015 torna “Calici di Stelle”, la grande kermesse del vino che culmina nella notte di San Lorenzo, famosa per lle stelle cadenti; una notte da trascorrere tra degustazioni di vino e incontri in luoghi aperti, nelle piazze e nei borghi, nei centri storici o nelle aziende vitivinicole.
L’evento, organizzato dal Movimento Turismo del Vino con la collaborazione dell’Associazione Nazionale Città del Vino, valorizza il rapporto tra “vino-territorio”, “vino-cultura”, “vino-turismo” e “vino-accoglienza”.
 

Ecco gli eventi in Campania.
A Guardia Sanframondi (Benevento), dal 4 al 10 agosto appuntamento con “Vinalia”, manifestazione enogastronomica di promozione delle eccellenze del territorio, con esposizione e degustazione dei vini e dei prodotti tipici della regione Campania. L’evento si svolge nel centro storico tra Piazza Castello e Piazza Mercato. Il 10 agosto brindisi sotto le stelle dalle ore 20 alle ore 24.

La manifestazione a Campoli del Monte Taburno è in programma per l’8, 9 e 10 agosto, dalle ore 20 alle ore 24, è organizzata dal Forum dei Giovani, ed è giunta alla sua quattordicesima edizione; mette in mostra i prodotti locali abbinato ai vini del territorio, tra i quali spiccano l’Aglianico e la Falanghina.
L’appuntamento enogastronomico è inserito tra i “Grandi Eventi” promossi dalla Regione Campania.
Il Forum dei Giovani, organizzatore, ha ideato una cornice più accogliente, nuove scenografie e graziosi allestimenti per permettere al vino ed ai prodotti tipici di porsi con maggiore interesse all’attenzione dei tantissimi visitatori. Le tre serate sono accompagnate da spettacoli musicali, ballo liscio, musica popolare e attrattive di vario genere che coinvolgono ogni singola fascia di età.
Durante la festa si potranno assaggiare i prodotti tipici della tradizione contadina: cavatelli al sugo con tracchie di maiale; rustico con salami locali; padellaccia (soffritto di carne di maiale con peperoni e patate); pizzili (pastella fritta con fiori di zucca); sfizi fritti di varia fattura e dolci. A termine delle tre serate spettacolo di fuochi pirotecnici.
A caratterizzare le tre serate si svolge una gara tra le varie aziende, che premia il vino migliore di annata.
Sarà allestito il Museo delle Tradizioni contadine realizzato con i mezzi agricoli d’epoca messi a disposizione dagli abitanti del paese, completato con una ricostruzione di una cantina secolare. Lungo la strada del gusto decine di aziende esporranno i loro prodotti provenienti anche da altre zone dell’entroterra sannita.
Un piccolo luna-park sarà a disposizione dei bambini mentre la musica allieterà le serate.
Con l’ausilio dei panificatori campolesi, il Forum dei Giovani allestirà un “panificio sotto le stelle”, per offrire il rinomato pane campolese, preparato e cotto all’istante, seguendo i cannoni della tradizione locale.

Anche quest’anno il borgo medievale di Petruro Irpino, l’11 agosto – dalle 8.30 alle ore 24, brillerà di calici e di stelle. Un calice e una stella per tutti: la magia si ripete anche per l’edizione 2015, che nel piccolo comune irpino è arrivata alla quarta edizione. Sarà protagonista il pregiato vino bianco “dall’anima gemella”, il Greco di Tufo Docg, lungo tutto il suggestivo borgo antico che si vestirà a nuovo a partire dalle ore 8:30v offrendo agli enoturisti, appassionati del buon bere, una serata all’insegna della riscoperta di uno scenario storico, paesaggistico, ambientale e cultura e da mozzare il fiato, tra i più belli della Valle del Sabato.
Dagli scaloni di Via San Bartolomeo fino al belvedere il località Toppola, verranno allestiti angoli dedicati alle cantine irpine che esporranno e faranno degustare i loro vini. Stand di artigianato locale intervalleranno le singoli postazioni enologiche, mentre angoli musicali intratterranno il pubblico e gli ospiti che man mano si soffermeranno nei pressi dei diversi stand per le degustazioni.
Saranno organizzati anche momenti di interesse culturale e letterario. Non mancheranno banchi di prodotti tipici della gastronomia locale; una serata alla riscoperta di antichi splendori e rinnovati sapori in quello che fu un accampamento pretoriano e che fa da spartiacque tra il Sannio e l’Irpinia; uno scenario unico che si potrà godere nella sua pienezza a 510 metri di altitudine tra i monti Partenio e Bella Dormiente. Il posto fa da vedetta al fiume Sabato, alle miniere di zolfo di Altavilla Irpina e al sito delle Streghe, il leggendario noce di Benevento.
 

Degustazioni a tema a Tramonti (Salerno); convegno con la partecipazione di esperti, giornalisti, operatori del settore enologico e della filiera vitivinicola; il 10 agosto, dalle ore 19 alle ore 24, presso l’antico chiostro del convento di S.Francesco.
L’evento estivo più atteso dagli enoturisti e amanti del vino quest’anno sarà dedicato alla musica, che richiama alla memoria i brani italiani più famosi dove il vino è protagonista.
In molte location non mancherà l’osservazione guidata delle stelle attraverso i telescopi dell’Unione Astrofili Italiana – (UAI), che rinnova la propria collaborazione per questo evento inserendolo nel calendario delle “astro iniziative” promosse in abbinamento a “Le notti delle stelle”. Confermato il premio “La stella di Federica” dedicato alle immagini che meglio valorizzano la relazione fra la festa di Calici di Stelle e l’ambiente circostante. Il premio consiste in una bottiglia magnum “Il Taglio per l’Unità” frutto di un blend ottenuto dall’unione di vitigni autoctoni selezionati per conto di Città del Vino da Roberto Cipresso in rappresentanza di tutte le Regioni.

Ape, camion e food truck: la magia dello street food che fa impazzire gli italiani

I food truck si potrebbero definire  “un fenomeno di business” una indiscutibile realtà che viene da molto lontano un fenomeno che si fa risalire al 1872 e alla diffusione dei primi carretti a traino che vendevano salsicce calde per le vie di New York e Manhattan. Da allora è stato un crescendo di mezzi adibiti alla vendita di cibo in mobilità. Subito dopo i carretti arrivano le biciclette a cui erano legati piccoli rimorchi o costruite appositamente per la vendita di alimenti. Con la nascita e la diffusione di auto e camion con motore a scoppio, già verso la fine del 1800, inizia il fenomeno dei foodtruck. In Italia i primi furgoncini che vendono cibo per strada si iniziano a vedere nei primi decenni del ‘900 e sono “paninoteche” mobili che contribuiranno – e non poco – alla diffusione di cibi e prodotti nel nostro Paese. Nel 1948 con la diffusione degli Ape Piaggio, questo segmento si espande ulteriormente grazie alla economicità e versatilità del mezzo che consente di essere “attrezzato” con piccoli investimenti.

carretto

Una curiosità. Negli Stati Uniti sono così tanti che il Comune di New York, come molti altri, sta valutando la necessità di fare una norma per regolamentarne l’attività.

Oggi le cose sono un po cambiate, tanto da coinvolgere perfino gli  Chef stellati a 4 ruote, che sono scesi on the road : Mario Uliassi con la Uliassistreetgood gang prepara nella sua cucina mobile panini e porchetta, ali di pollo piccanti e dolci, trippa del canaparo, spuma di tirami su a 6 euro. L’ Ape Romeo di Cristina Bowerman propone a Roma, in zona Prati, pizza e mortadella artigianale, ciabattina con coppa di testa cotta, panino di pastrami. Martini e Aperol sono in strada a Milano per gli aperitivi, con tanto di postazione dj. Nella Capitale imperversa Pizza e Mortazza (il mezzo è rosa a pois) e Mozao (tigelle e gnocco fritto).

pizzaemortazza

L’Ape Scottadito fa tappa ad Ascoli Piceno, la Toraia a Firenze è specializzata in hamburger di chianina, mentre un pulmino Wolksvagen del ’67 è la location vintage di Farinel on the road, per miasse e panini ruspanti. Spostamenti e info sul web.

Volete aprire un food truck?

Se siete dei neofiti, per prima cosa fissate il budget, sapendo che l’allestimento di un mezzo certificato varia dai 20.000 ai 40.000 euro. Per un equipaggiamento di un veicolo bisogna avere chiaro in mente cosa, come e dove vendere. In Italia la burocrazia non aiuta: i food truck sono regolati dal “commercio al dettaglio su area pubblica”, ovvero strade, canali, piazze, comprese quelle di proprietà privata gravate da servitù di pubblico passaggio. Anche ogni altra area di qualunque natura destinata ad uso pubblico. Si tratta di commercio ambulante (disciplinato dal Decreto Legislativo n. 114 del 31 Marzo 1998 (artt. 27-30) “Riforma Bersani) che può essere esercitato esclusivamente da persone fisiche o da società di persone.

Requisiti e autorizzazioni per ditte individuali e società

Per ottenere le autorizzazioni bisogna essere in possesso dei requisiti soggettivi (anche morali, art 71 – commi da 1 a 5) previsti dalle norme legislative in materia, e dai requisiti oggettivi, a seconda del tipo di commercio che si desidera effettuare.
Per le ditte individuali è richiesta iscrizione al Rec, dimostrando la frequenza di un corso riconosciuto dalla Regione. E’ sufficiente anche provare di aver esercitato per 2 anni, nell’ultimo quinquennio, analoga attività, in qualità di titolare, socio, dipendente qualificato o collaboratore. In alternativa, basta il diploma di scuola alberghiera o titoli di studio attinenti.
Per le società (ammesse solo di persone, in nome collettivo, in accomandita semplice) serve indicare un preposto che abbia i requisiti professionali.

Ambulanti o itineranti?

La licenza di tipo “A” è per il commercio ambulante con posteggio fisso: è concessa per un preciso giorno in un specifico mercato o fiera. Semestralmente (tra marzo-aprile e settembre-ottobre) la Regione pubblica sul Bur l’elenco dei posteggi liberi di ogni Comune.
L’autorizzazione viene rilasciata dal municipio in cui si svolgerà l’attività, insieme al contratto di concessione del posteggio. Tale autorizzazione consente anche la vendita in forma itinerante nell’ambito della Regione e la partecipazione alle fiere in tutto il territorio nazionale. Nei Comuni sprovvisti di posteggio, si può ottenere la licenza subentrando nell’autorizzazione con atto notarile di cessione di azienda o di ramo di azienda o tramite scrittura privata legalizzata da un notaio.
Il commercio ambulante in forma itinerante, invece, prevede la licenza di tipo “B” : viene rilasciata, su richiesta dell’interessato, con lettera raccomandata, dal Comune di residenza e consente il commercio in tutto il territorio nazionale, comprese fiere e mercati, limitatamente ai posteggi non assegnati o provvisoriamente non occupati per assenza dei titolari. Si svolge con mezzi mobili e con soste limitate a 120 minuti. Abilita anche alla vendita al domicilio del consumatore.
L’autorizzazione del Comune è sempre gratuita. Per info più approfondite su concessioni di posteggi o trasferimenti rivolgersi al municipio in cui si intende avviare l’attività.

Autorizzazione igienico-sanitaria e immatricolazione

I veicoli utilizzati per la vendita dei prodotti alimentari devono rispondere anche ai requisiti indicati dal Ministero della Sanità. La Asl rilascia l’autorizzazione sanitaria. I mezzi sono immatricolati secondo il codice della strada come veicoli speciali per uso negozio.
Ottenuta l’autorizzazione amministrativa e sanitaria, basterà richiedere l’apertura della Partita IVA all’Agenzia delle Entrate, aprire una posizione presso Inps e Inail e procedere all’iscrizione alla Camera di Commercio.
Per semplificare le procedure, può essere utile consultare il sito sui servizi per la Comunicazione Unica:http://www.registroimprese.camcom.it.

Estate al Villaggio terme di Telese

Estate al Villaggio 2015 è una manifestazione estiva di eventi musicali, spettacoli e concorsi che si svolge all’interno del parco delle Terme di Telese.
L’area centrale ospita oltre 60 serate, dal 1° luglio al 31 agosto, con un palinsesto progettato e realizzato per tutti coloro che vogliono divertirsi e trascorrere una piacevole serata immersi nella natura, sorseggiando un cocktail del bar delle terme o gustando una cena nel suggestivo ristorante pizzeria delle terme.

Il calendario eventi che hanno luogo nell’Anfiteatro Centrale si articola in serate di Musica dal Vivo e Tribute Band, Intrattenimento con i più divertenti cabarettisti da Colorado, Concorsi ispirati alla TV come “Telese’s got Talents” (22 agosto) per talenti di ogni età e “Termone” (23 agosto) per aspiranti ballerine e cantanti over 45, Concorsi canori come “Young Singers Festival” (21 agosto) per bambini/Ragazzi dai 5 ai 16 anni, “Festival Karaoke” (17-18-19 luglio), “Una voce per Sanremo Band” (24 luglio) per band emergenti e “Una Voce per Sanremo in Tour” (25-26 luglio e 13-14 agosto) per solisti, Concorsi di Moda come “Miss e Mister Campania” (26 agosto) e serate dedicate alle sfilate “Enjoy Festival”, contest musicali di Hip Hop e Danza, esibizioni di Centri Musicali e dei loro allievi, Gran Prix Nazionale di Body Buiding, serate danzanti con i migliori gruppi musicali di liscio, latino-americani e caraibici, manifestazioni legate ai Prodotti Tipici, alle Tradizioni e al Turismo, Festa della Birra “Terme Beer Fest” con Musica Live di gruppi di musica popolare ben noti al panorama musicale nazionale, spettacoli teatrali in musica dedicati a Pino Daniele e Massimo Troisi, e altro ancora.

Il 2015 vede la 6^ edizione del progetto Estate al Villaggio, nato nel 2006 con sole 15 serate di spettacoli e trasformato nel 2007 in un palinsesto di oltre 60 serate, con artisti provenienti da tutto il territorio nazionale, rendendo le Terme di Telese, e il loro ambiente naturale, una location ideale per trascorrere le serate estive e Telese Terme una meta turistica per visitatori provenienti dalla regione Campania e dalle regioni limitrofe, con l’obiettivo di conoscere e scoprire un territorio ricco di bellezze naturali ed archeologiche e per incontrarsi e divertirsi.

È possibile consultare il Calendario degli Eventi sul sito ufficiale della manifestazione www.estatealvillaggio.it, dove troverete anche Regolamento e Modulo Iscrizione ai Concorsi
Per qualsiasi informazione estatealvillaggiotermeditelese@gmail.com
Palinsesto suscettibile di variazione nelle date e negli spettacoli.
Aggiornamenti su Facebook: Estate al Villaggio Terme di Telese
Progetto ideato e realizzato da FDP Web Marketing e Comunicazione

Web: www.estatealvillaggio.it/in…