Allarme tattoo, nanoparticelle inchiostro viaggiano nel corpo

Il ricordo di un momento importante, il nome di una persona amata, un messaggio o un simbolo con un significato o un valore affettivo speciale. Chi decora la propria pelle sa che il tatuaggio scelto resterà per sempre parte di sé, ma ignora quanto tutto questo possa accadere nel profondo.

Read More

Dal rosso alle piume, in autunno ci vestiremo così

Rosso e total denim. Orecchini extra large e il tailleur da uomo. Ma anche multibag, piume e un tocco di giallo zafferano. E ancora, il gran ritorno del basco e del trench in pvc. Per l’autunno-inverno 2017/2018 la moda sfodera le sue carte migliori, divertendosi a mixare grandi classici con abiti più leziosi. Capi e accessori non sempre portabili, certo, ma di sicuro tra i pezzi forti di stagione. Niente paura, però. Se è vero che a farla da padrone saranno mise sopra le righe – come il denim dalla testa ai piedi o il cappotto stile peluche – anche le più insicure potranno giocare con la moda senza sentirsi fuori posto, sdrammatizzando look azzardati con una nuova concezione del fashion. Più pulita e per certi versi meno categorica rispetto alla stagione passata.

 

Read More

Swap Party at re.work

Fai il cambio di stagione a re.work!
Secondo appuntamento al coworking del Centro Direzionale di Napoli con la moda.
Porta quello che non ti piace più del tuo guardaroba e scambialo con tante amiche/amici! Partecipare è semplice: sarà sufficiente sbirciare negli armadi, tirare fuori dai cassetti gli oggetti che vi hanno un po’ stancato, i regali ricevuti ma della taglia sbagliata, le borse troppo vistose o troppo piccole. Insomma l’inutile fardello di chi magari dopo una dieta non indossa più determinate mise o di tutte quelle donne che prese dallo shopping compulsivo, pensano bene di liberarsi del superfluo. Collane, bracciali, orecchini, anelli, cinture, abiti lunghi da gran soire, camice, magliette, cappelli, costumi da bagno, scarpe. 

Vi aspettiamo il 26 aprile al Rework (via G. Porzio, Centro Direzionale Isola E2).

Arriva il jeans che ‘sfila’ e valorizza il lato B

jeans1-k4kF--1280x960@Produzione

Giornalista e pierre con la passione per la moda e per l’arte, Clarissa Domenicucci, romana, lancia il ‘jeans perfetto’ in collaborazione con ‘Don the Fuller’, azienda italiana, abruzzese, che produce jeans e tessuto jeans per tante maison in tutto il mondo. Nasce ‘Don the Fuller by Bonec a’, un “inno a tutte le donne che sono rivoluzionarie, coraggiose e piene di energia”.

Read More

Bere a canna dalla bottiglia batte la chiacchiera sul bagnasciuga, le manie degli italiani in spiaggi

spiaggia_mare_FTG

L’estate, si sa, è tempo di vacanze e il mare resta il luogo preferito dagli italiani per rilassarsi un po’. Ben il 59% dei nostri connazionali preferisce la spiaggia ad altri luoghi di villeggiatura come montagna (18%), città d’arte (9%) o una vacanza itinerante (13%). Tra gli obiettivi principali della vacanza restano il relax totale (32%) ma anche trovare l’anima gemella (25%), mentre tra le manie o piccoli gesti curiosi che notoriamente facciamo in spiaggia trionfa il bere a canna dalla bottiglia d’acqua (72%), che batte la chiacchiera da bagnasciuga (30%).

Read More

Aperitivi ‘batterici’, occhio a inzuppare più volte gli snack nelle salse

nachos2_fg

Al via gli aperitivi sulla spiaggia a suon di bevande alcoliche o meno, ma soprattutto dei più diversi snack. Molto in voga le salse millegusti (dal guacamole alla ‘barbecue’) dove immergere cracker o nachos alla messicana, per stuzzicare le papille gustative.

Read More

Più seno, meno grasso e niente rughe: ecco cosa chiedono le ‘italiane del ritocchino’

Donna_seno_Sedere_Fg-kRgG--1280x960@Produzione

Più seno, meno grasso. E poche, anzi pochissime rughe per le italiane, grazie a bisturi e punturine. Secondo gli ultimi dati l’intervento di chirurgia estetica maggiormente eseguito in Italia è la mastoplastica additiva (21.744 interventi con protesi nel 2015). Seguono in classifica la lipoaspirazione e il ritocco delle palpebre (la blefaroplastica) anche se – sempre di più – i veri protagonisti della bellezza sono i trattamenti non invasivi.

Read More

Dolce & Gabbana a Napoli: previsto l’arrivo di 40 yacht e celebrità mondiali

Mancano solo 6 giorni all’arrivo di Domenico Dolce e Stefano Gabbana, difatti I due stilisti  il 7 luglio approderanno in città, non con uno, ma con ben quattro Yacht. La città è in pieno fermento ed è pronta ad accogliere, oltre ai due stilisti, più di 400 vip per celebrare i 30 anni di attività di Dolce & Gabbana.

dolce-gabbana-a-napoli-600x401

Una vera e propria celebrazione della moda, essendo previste a Napoli le presenze anche di volti noti del cinema e dello spettacolo quali Nicole Kidman, Monica Bellucci e Sofia Loren, quest’ultima madrina dell’evento.

Tutta Napoli è in fermento, dai grandi alberghi e ristoranti ai commercianti di zona. Tra i luoghi che ospiteranno l’evento vi sono il Borgo Marinari, Villa Pignatelli e Castel dell’Ovo. Inoltre al centro storico, il quale sarà blindato, è prevista una sfilata per la presentazione della nuova collezione.

Ape, camion e food truck: la magia dello street food che fa impazzire gli italiani

I food truck si potrebbero definire  “un fenomeno di business” una indiscutibile realtà che viene da molto lontano un fenomeno che si fa risalire al 1872 e alla diffusione dei primi carretti a traino che vendevano salsicce calde per le vie di New York e Manhattan. Da allora è stato un crescendo di mezzi adibiti alla vendita di cibo in mobilità. Subito dopo i carretti arrivano le biciclette a cui erano legati piccoli rimorchi o costruite appositamente per la vendita di alimenti. Con la nascita e la diffusione di auto e camion con motore a scoppio, già verso la fine del 1800, inizia il fenomeno dei foodtruck. In Italia i primi furgoncini che vendono cibo per strada si iniziano a vedere nei primi decenni del ‘900 e sono “paninoteche” mobili che contribuiranno – e non poco – alla diffusione di cibi e prodotti nel nostro Paese. Nel 1948 con la diffusione degli Ape Piaggio, questo segmento si espande ulteriormente grazie alla economicità e versatilità del mezzo che consente di essere “attrezzato” con piccoli investimenti.

carretto

Una curiosità. Negli Stati Uniti sono così tanti che il Comune di New York, come molti altri, sta valutando la necessità di fare una norma per regolamentarne l’attività.

Oggi le cose sono un po cambiate, tanto da coinvolgere perfino gli  Chef stellati a 4 ruote, che sono scesi on the road : Mario Uliassi con la Uliassistreetgood gang prepara nella sua cucina mobile panini e porchetta, ali di pollo piccanti e dolci, trippa del canaparo, spuma di tirami su a 6 euro. L’ Ape Romeo di Cristina Bowerman propone a Roma, in zona Prati, pizza e mortadella artigianale, ciabattina con coppa di testa cotta, panino di pastrami. Martini e Aperol sono in strada a Milano per gli aperitivi, con tanto di postazione dj. Nella Capitale imperversa Pizza e Mortazza (il mezzo è rosa a pois) e Mozao (tigelle e gnocco fritto).

pizzaemortazza

L’Ape Scottadito fa tappa ad Ascoli Piceno, la Toraia a Firenze è specializzata in hamburger di chianina, mentre un pulmino Wolksvagen del ’67 è la location vintage di Farinel on the road, per miasse e panini ruspanti. Spostamenti e info sul web.

Volete aprire un food truck?

Se siete dei neofiti, per prima cosa fissate il budget, sapendo che l’allestimento di un mezzo certificato varia dai 20.000 ai 40.000 euro. Per un equipaggiamento di un veicolo bisogna avere chiaro in mente cosa, come e dove vendere. In Italia la burocrazia non aiuta: i food truck sono regolati dal “commercio al dettaglio su area pubblica”, ovvero strade, canali, piazze, comprese quelle di proprietà privata gravate da servitù di pubblico passaggio. Anche ogni altra area di qualunque natura destinata ad uso pubblico. Si tratta di commercio ambulante (disciplinato dal Decreto Legislativo n. 114 del 31 Marzo 1998 (artt. 27-30) “Riforma Bersani) che può essere esercitato esclusivamente da persone fisiche o da società di persone.

Requisiti e autorizzazioni per ditte individuali e società

Per ottenere le autorizzazioni bisogna essere in possesso dei requisiti soggettivi (anche morali, art 71 – commi da 1 a 5) previsti dalle norme legislative in materia, e dai requisiti oggettivi, a seconda del tipo di commercio che si desidera effettuare.
Per le ditte individuali è richiesta iscrizione al Rec, dimostrando la frequenza di un corso riconosciuto dalla Regione. E’ sufficiente anche provare di aver esercitato per 2 anni, nell’ultimo quinquennio, analoga attività, in qualità di titolare, socio, dipendente qualificato o collaboratore. In alternativa, basta il diploma di scuola alberghiera o titoli di studio attinenti.
Per le società (ammesse solo di persone, in nome collettivo, in accomandita semplice) serve indicare un preposto che abbia i requisiti professionali.

Ambulanti o itineranti?

La licenza di tipo “A” è per il commercio ambulante con posteggio fisso: è concessa per un preciso giorno in un specifico mercato o fiera. Semestralmente (tra marzo-aprile e settembre-ottobre) la Regione pubblica sul Bur l’elenco dei posteggi liberi di ogni Comune.
L’autorizzazione viene rilasciata dal municipio in cui si svolgerà l’attività, insieme al contratto di concessione del posteggio. Tale autorizzazione consente anche la vendita in forma itinerante nell’ambito della Regione e la partecipazione alle fiere in tutto il territorio nazionale. Nei Comuni sprovvisti di posteggio, si può ottenere la licenza subentrando nell’autorizzazione con atto notarile di cessione di azienda o di ramo di azienda o tramite scrittura privata legalizzata da un notaio.
Il commercio ambulante in forma itinerante, invece, prevede la licenza di tipo “B” : viene rilasciata, su richiesta dell’interessato, con lettera raccomandata, dal Comune di residenza e consente il commercio in tutto il territorio nazionale, comprese fiere e mercati, limitatamente ai posteggi non assegnati o provvisoriamente non occupati per assenza dei titolari. Si svolge con mezzi mobili e con soste limitate a 120 minuti. Abilita anche alla vendita al domicilio del consumatore.
L’autorizzazione del Comune è sempre gratuita. Per info più approfondite su concessioni di posteggi o trasferimenti rivolgersi al municipio in cui si intende avviare l’attività.

Autorizzazione igienico-sanitaria e immatricolazione

I veicoli utilizzati per la vendita dei prodotti alimentari devono rispondere anche ai requisiti indicati dal Ministero della Sanità. La Asl rilascia l’autorizzazione sanitaria. I mezzi sono immatricolati secondo il codice della strada come veicoli speciali per uso negozio.
Ottenuta l’autorizzazione amministrativa e sanitaria, basterà richiedere l’apertura della Partita IVA all’Agenzia delle Entrate, aprire una posizione presso Inps e Inail e procedere all’iscrizione alla Camera di Commercio.
Per semplificare le procedure, può essere utile consultare il sito sui servizi per la Comunicazione Unica:http://www.registroimprese.camcom.it.

fotomodella dell’Anno 2015

Domenica sera, farà tappa a Giugliano il concorso nazionale “Fotomodella dell’anno 2015 – Regione Campania”, realizzato dalla Young Fashion Agency di Nancy D’Anna e Gaetano Agliata, e in collaborazione con l’associazione “Impresiamo” di cui è presidente la dott. Tecla Magliacano. L’evento si svolgerà domenica dalle ore 19, nel cinquecentesco Palazzo Palumbo. Il concorso di caratura nazionale, quindi, apre per la prima volta il suo tour da Giugliano, per selezionare le aspiranti modelle/fotomodelle che rappresenteranno la Campania alla finale nazionale. La vincitrice della serata andrà direttamente in finale, le ultime cinque classificate saranno eliminate. «Sarà una festa della moda – afferma Andrea Axel Nobile responsabile della direzione artistica –la kermesse sarà presentata da Paola Mercurio con ospiti d’eccezione tra cui Paola Tannino e Ilaria Pietrovito due ballerine di tango di fama internazionale, Fabiana Manzo una showgirl che si esibirà in un set musicale e soprattutto la famosa attrice giuglianese Teresa Barretta». Le modelle sfileranno con abiti Swarovski, della Boutique L’Igloo, di Stanzione Abbigliamento e Mangio Abbigliamenti, la vincitrice sarà premiata con un gioiello di Monile Gioielli