Le sagre con i sapori d’autunno

Fiera del porro di Cervere – Cervere (CN) – Sabato 21 e domenica 22 sua maestà il porro viene festeggiato in provincia di Cuneo tra spettacoli, divertimenti, mercati e momenti gastronomici. Nel ricco menù dell’evento il porro di Cervere incontra il pesce della Liguria, la Bagna Caoda di Faule, la Pera Madernassa di Guarene, i Ceci di Nucetto, le Raviole di Sampeyre, i Toumin dal Mel di Melle, i Bocconcini d’Oca del Palio di Fossano e le Quaquare di Genola.

Sapori d’autunno – Lavagna di Comazzo (LO) – Presso l’oratorio di Lavagna di Comazzo, grazie all’allestimento di una tensostruttura riscaldata, sabato 21 e domenica 22 viene organizzita una festa dedicata ai sapori della stagione autunnale: per l’occasione è possibile degustare cassoeula con polenta, stinco al forno con patate, polenta e zola, torta paesana e vin brulè per “riscaldare” gli animi.

Fiera del formaggio di Fossa – Sogliano (FC) – Per tre weekend consecutivi, dal 22 novembre al 06 dicembre, si svolge la 41a edizione della Sagra del Formaggio di Fossa, il tipico prodotto della vallata del Rubicone. Spettacoli teatrali, convegni, stand degli allevatori e coltivatori che espongono i prodotti delle aziende agricole locali sono solo alcuni dei momenti che caratterizzano la festa; previste anche attività e momenti ricreativi per bambini e spettacoli musicali.

Sapori di cinta – Sovicille (SI) – Sabato 21 e domenica 22 novembre si svolge la prima edizione di Sapori di Cinta, prima sagra toscana interamente dedicata alla cinta senese. Per due giorni la cittadina toscana sarà un punto di riferimento per chi ama queste pregiate carni, grazie a un’interessante serie di eventi a tema. Il programma prevede in entrambi i giorni l’allestimento del Mercatino della Val di Merse, ricco di prodotti tipici locali e di oggetti d’artigianato. Non mancano, poi, alcuni incontri tematici e dei momenti a tavola in cui apprezzare la cinta senese: gli stand gastronomici vengono allestiti presso il Circolo ARCI di Via delle Fonti e restano aperti sabato sera a cena dalle 20:00 e domenica a pranzo dalle 12:30.

Sagra delle Frattaglie – Greve in Chianti (FI) – Per due weekend consecutivi (21 – 22 e 28 – 29 novembre) Strada in Chianti, frazione del comune di Greve in Chianti ospita una sagra in cui è possibile degustare alcune delle ricette tipiche della tradizione contadina che vedono protagoniste le frattaglie. Tra queste citiamo trippa alla fiorentina, lampredotto, inzimino, stufato core e paracore, poppa, cipolline e trippa fritta . Non mancano altri piatti come pizza cotta nel forno a legna e carne alla griglia. Si potrà accompagnare il tutto con vini selezionati tra quelli delle migliori fattorie del territorio. Gli stand gastronomici restano aperti tutte le sere a cena dalle 19:30 e la domenica anche a pranzo dalle 12:30.

Sagra della Bruschetta – Monteleone Sabino (RI) – L’appuntamento è fissato per domenica 22 novembre con la 20esima edizione della “Sagra della Bruschetta”, piatto povero tipico della tradizione contadina che più di ogni altro riesce ad esaltare il sapore dell’oro verde locale. Per l’occasione vengono proposte visite guidate nel frantoio biologico del paese, che mostrano la lavorazione dell’olio con le macine di pietra.

Pane, olio e… – Montelibretti (RM) – In questa terra rigogliosa compresa fra Roma e Rieti, l’olio di oliva non è solo un prodotto tipico, ma è qualcosa di più: da secoli è il simbolo delle fatiche quotidiane nei campi e fonte primaria di sostentamento, è un legame profondo e inscindibile che si tramanda da padre in figlio. Il 21 e 22 novembre torna a Montelibretti “Pane, Olio e…” che per un intero fine settimana trasforma il grazioso centro agricolo che sorge tra la valle del Tevere e quella del Fosso Carolano nel “cuore dell’olio”.

Sagra de su Piritzolu 2015 – Macomer (NU) – Si svolge nel centro storico di Macomer, nella giornata di sabato 21 novembre a partire dalle ore 11:00, la terza edizione della “Sagra de su Piritzolu“. Si tratta del vino dei poveri di una volta, quando i Prinzipales concedevano ai propri sottoposti di bere solamente di bere il Piritzolu – che rimane più leggero e a bassa gradazione – , tenendo per se il vino realizzato con la sola uva . Da tre anni l’Associazione Culturale Coro Folk Melchiorre Murenu – in collaborazione con i produttori e i viticoltori di Macomer – , organizza una sagra in suo onore.

Sagra della Cassatella e le Vie dei Sapori – Agira (EN) – Stand, musica, folklore e gastronomia invadono il centro fieristico di Agira. La sagra è interamente dedicata alla cassatella, prodotto De.Co di Agira: un dolce tipico di pasta frolla a forma di mezzaluna con ripieno di un impasto di cacao, mandorle tritate, farina di ceci, zucchero e scorza di limone essiccata.

Sorrento: M’illumino D’Inverno

Contro le diseguaglianze sociali e la miseria sabato 17 ottobre giornata di mobilitazione nazionale

Sabato 17 ottobre, in occasione della “Giornata Mondiale contro la povertà”, la rete nazionale delle organizzazioni della  Campagna ‘Miseria ladra’ promuove una giornata di mobilitazione contro le diseguaglianze sociali e la miseria.
In Italia e in Europa si registrano livelli inaccettabili di diseguaglianza e povertà. Infatti negli ultimi 7 anni il nostro paese è stato travolto dalla crisi. I dati fotografano un paese fragile, povero, segnato dalla disoccupazione e dalla disuguaglianza sociale: sono più di 8 milioni le persone in povertà relativa e 4,2 milioni in povertà assoluta. Secondo Eurostat un terzo della popolazione è minacciato dalla povertà. Sono più di 1 milione i minori indigenti, anche la dispersione scolastica ha subito un’impennata arrivando a oltre il 17%. Per non parlare della piaga della disoccupazione, della precarietà e dei ‘lavoratori poveri’. Lo stato sociale in questi anni è stato depotenziato, fino a tagliare dal 2008 al 20014 il 58% del fondo sociale.
Di fronte a questa situazione è necessario e urgente cambiare rotta e fare ognuno la propria parte per rimettere al centro la dignità e la giustizia sociale, precondizione per sconfiggere mafie e corruzione.
Per questo motivo la rete nazionale delle organizzazioni che fanno parte della campagna ‘Miseria ladra ha deciso di  lanciare il 17 ottobre una  giornata di mobilitazione aperta a tutte e tutti per rimettere al centro il diritto all’uguaglianza e alla dignità sancito dall’articolo 3 della nostra Costituzione.  

La lotta alla mafia significa lavoro e scuola, Il presidente di Libera, Luigi Ciotti ricorda che il “17 ottobre in tutta Italia scenderemo in piazza per il reddito di dignità che l’Europa chiede da anni. Non vogliamo dei tamponi come viene fatto spesso in Italia, ma un grande progetto per la dignità delle persone.”

Festa di San Gennaro, menù fisso con varietà

Una data molto importante per Napoli….perchè non festeggiare trascorrendo una serata all’insegna del divertimento? Cena con Spettacolo di Canzoni e Varietà, passando attraverso le storie delle più belle melodie napoletane cantate da un’interprete d’eccezione …

ALBA PIERNO. Inoltre la posteggia e la verve del simpatico TONY ART che con i suoi travestimenti, impersonando personaggi illustri del teatro e del varietà napoletano, faranno il resto.

SOLO PER PRENOTAZIONE: 0815529105 – 3346471216 Ristorante ‘A Canzuncella

Stampa Coupon Cosa si fa questa sera

Costo della cena: EURO 35 a persona incluse bevande

AL VIA IL MOZART BOX 2015: MICHAEL NYMAN E RAPHAEL GUALAZZI TRA I PROTAGONISTI

Si svolgerà dal 9 al 12 settembre l’edizione 2015 del MozArt Box, lo storico festival diretto da Stefano Valanzuolo che da dieci anni fa della Reggia di Portici una delle più prestigiose ribalte musicali della Campania.Realizzata grazie alla determinazione dell’amministrazione porticese e alla disponibilità di numerosi operatori musicali, la rassegna sarà finanziata solo con fondi comunali e contributi privati.“Il mancato finanziamento regionale ci ha impedito di poter allestire un programma più ricco e articolato” ha dichiarato il direttore artistico, Stefano Valanzuolo “Grazie, però, all’impegno del Sindaco di Portici, Nicola Marrone siamo riusciti a mantenere in piedi la manifestazione conservandone la sua identità culturale”Fedele al suo apprezzato format, la rassegna proporrà ancora una volta un’interessante commistione di generi musicali che, richiamandosi all’eclettismo di Wolfang Amadeus Mozart, vedrà esibirsi alcune delle espressioni più stimolanti della scena musicale italiana e internazionale.Si inizia mercoledì 9 settembre con l’esibizione della Orquesta Juvenil Universitaria Mexico intitolata a Eduardo Mata, celebre direttore d’orchestra messicano prematuramente scomparso. Riconosciuta a livello mondiale come esempio degli importanti risultati culturali e sociali conseguibili da adeguate politiche di divulgazione musicale, l’ensemble vedrà il suo folto organico arricchito dalla presenza di Massimo Quarta, primo violinista italiano dopo Accardo a vincere il “Paganini”.Giovedì 10 settembre sarà la volta di Michael Nyman, il più importante esponente del minimalismo musicale, che renderà il suo personale omaggio al genio salisburghese proponendo tutti i suoi temi di ispirazione mozartiana in una versione per pianoforte e immagini.Come da tradizione, spazio anche ai musicisti campani con il concerto di venerdì 11 settembre di cui sarà protagonista Simona De Rosa con il trio di Tommaso Scannapieco e la partecipazione speciale di Daniele Scannapieco. In scaletta i brani dell’album “Waves” nato proprio dalla collaborazione tra la cantante partenopea e il noto sassofonista.L’edizione 2015 del MozArt vivrà il suo epilogo sabato 12 settembre con l’esibizione di Raphael Gualazzi e del suo quintetto. Per il pianista cantautore un concerto tra grandi classici e standard jazz che si annuncia quanto mai dinamico e coinvolgente. Tutti gli spettacoli del MozArt Box 2015 si svolgeranno nell’esedra della Reggia di Portici con inizio alle ore 21.00. Il costo del biglietto di ingresso sarà di € 10,00 ad eccezione del concerto di Raphael Gualazzi il cui costo di ingresso sarà di € 15,00.L’edizione 2015 del MozArt Box 2015 è interamente finanziata dal Comune di Portici.Per informazioni: tel 3392136038 – 081786285.Aggiornamenti in tempo reale sulla pagina Facebook Mozartbox.Portici, 4 settembre 2015IL PROGRAMMAMOZART BOX 2015PALAZZO REALE DI PORTICIMercoledì 9 settembre, ore 21.00 – Posto unico non numerato € 10,00ORQUESTA JUVENIL UNIVERSITARIA MEXICO “EDUARDO MATA”GUSTAVO RIVERO WEBER, direttoreMASSIMO QUARTA, violinistaLLUVIA RUELAS, soprano – JOSÉ LUIS ORDONEZ, tenoreMusiche di de Falla, Paganini, Manuel Esperón, Alfonso Esparza Oteo, Arturo Márquez, Jose Pablo MoncayoLa Orquesta Juvenil Universitaria intitolata a Eduardo Mata, celebre direttore d’orchestra messicano prematuramente scomparso in un incidente aereo, rappresenta uno degli esiti di quell’ampia politica di divulgazione musicale che vede intensamente e felicemente coinvolti molti paesi americani di lingua spagnola e portoghese. Il concerto di Portici rientra nell’ambito di un progetto di collaborazione tra Italia e Messico, testimoniato dalla presenza di artisti e autori appartenenti alle due civiltà musicali. Di particolare rilievo la presenza di Massimo Quarta, primo violinista italiano dopo Accardo a vincere il “Paganini”, partner di direttori come Harding, Chung, Gatti e Thielemann ed applaudito in tutte le sale più importanti del mondo, dalla Berline Philharmonie alla Scala ed al Bunka Kaikan di Tokyo. Gustavo Rivero Weber, direttore e pianista allievo di Bolet, è fondatore dell’Orquesta “Eduardo Mata”.Giovedì 10 settembre, ore 21.00 – Posto unico non numerato € 10,00Mozart 252MICHAEL NYMAN, piano soloImmagini di Michael NymanMozart è stato essenziale per la Michael Nyman Band sin dal 1977, quando, al National Theatre di Londra e ancora sotto il nome di Campiello Band, eseguì In Re Don Giovanni. Da allora, Nyman si è rifatto spesso a Mozart nelle proprie colonne sonore e composizioni. Nel 2006 la BBC gli commissionò un lavoro che raccogliesse tutti i suoi temi di ispirazione mozartiana. Due anni dopo (di qui il titolo “Mozart 252”), Nyman ha registrato un album basato su due temi principali: Il primo è la colonna sonora di Giochi nell’Acqua (1988) di Peter Greenaway; il secondo deriva dalle canzoni e dai duetti tratti da Letters, Riddles and Writs (1991), un film della BBC che evoca Mozart, interpretato dalla cantante Ute Lemper, sul letto di morte mentre immagina di dirigere Il Flauto Magico. Michael Nyman è considerato tra i padri nobili del minimalismo ed in assoluto uno dei maggiori compositori di musica per film del nostro tempo.Venerdì 11 settembre, ore 21.00 – Posto unico non numerato € 10,00WavesSIMONA DE ROSA, feat. TOMMASO SCANNAPIECO TRIOGuest: Daniele ScannapiecoWaves è il titolo dell’ultimo album di Simona De Rosa e del progetto musicale che la cantante napoletana ha ideato e sviluppato in collaborazione con uno dei musicisti più acclamati della scena jazz internazionale, Daniele Scannapieco. I due si incontrano artisticamente nel 2015 al MusicArt di Napoli. In quell’occasione nasce un sodalizio musicale che coinvolge anche il trio del contrabbassista Tommaso Scannapieco. Pochi mesi dopo incidono Waves, prodotto da MusicArt e Picanto Records: il disco racchiude molti stimoli musicali ricevuti dalla cantante negli anni vissuti a New York.Daniele Scannapieco ha collaborato con pietre miliari della storia del jazz come Dee Dee Bridgewater, Henri Salvador, Joe Lovano, Hilton Ruiz, Gregory Hutchinson, Joe Locke, Stefano Di Battista, Mario Biondi, Eduardo De Crescenzo.Sabato 12 settembre, ore 21.00 – Posto unico non numerato € 15,00Jazz me Up TourRAPHAEL GUALAZZI QUINTETIn uno show travolgente e dinamico, l’inconfondibile sound internazionale di Raphael Gualazzi spazierà tra grandi classici e standard jazz che hanno fatto la storia musicale del nostro secolo, e che per Raphael sono da sempre un punto riferimento, ossia una parte essenziale della sua formazione artistica e discografica d’esordio. Gualazzi, alla voce e al pianoforte, sarà accompagnato sul palco da una grande band multietnica – Laurent Miqueu alla chitarra, Emah Otu Franck al contrabbasso, Gianluca Nanni alla batteria e Luigi Faggi alla tromba – ma non mancheranno, nel corso del concerto, momenti dalla dimensione più intima e open che lascino spazio allo straordinario virtuosismo del trentaquattrenne geniale musicista di Urbino, sempre più lanciato da protagonista sulla scena internazionale.
MICHAEL NYMANMICHAEL NYMANORQUESTA JUVENIL UNIVERSITARIA MEXICO “EDUARDO MATA”ORQUESTA JUVENIL UNIVERSITARIA MEXICO “EDUARDO MATA”SIMONA DE ROSASIMONA DE ROSADANIELE SCANNAPIECODANIELE SCANNAPIECORAPHAEL GUALAZZIRAPHAEL GUALAZZI

La Luna e i Calanchi

Ad Aliano (Matera) dal 22 al 27 agosto c’è la festa della paesologia. La festa è ideata e concepita da Franco Arminio, il paesologo che da anni attraversa e racconta i paesi dell’Italia interna.

L’organizzazione è a cura del Comune di Aliano, col contributo economico della Regione Basilicata.

Nel paese descritto da Carlo Levi nel suo Cristo si è fermato a Eboli si radunano lietezze operose e inoperose, affanni, tremori, tentativi di seminare qualcosa nella miseria spirituale dilagante. Aliano è lontana, non arrivano masse distratte, ma casi singoli, anime spaiate, gente che non appartiene al consorzio dei furbi e degli ingordi. Aliano è un’isola, un altrove dentro l’Italia, un luogo in cui anche la desolazione diventa beatitudine: è l’eros dell’orlo, l’oreficeria del vuoto.

Il paesaggio inoperoso dei calanchi, una volta considerato emblema del disagio, oggi diventa lirico, solenne. Ciò che stava dietro si fa avanti. Il margine diventa fecondo. La festa della paesologia contiene l’idea che nei luoghi dell’Italia interna può nascere qualche germoglio di una nuova civiltà che ci piace chiamare umanesimo delle montagne.

Crediamo che la poesia e le arti in generale possano avere un ruolo importante di riattivazione comunitaria. La festa della paesologia intreccia ardori intimi e passioni civiche. Non è un festival del cinema, della letteratura, della musica, ma una comunità provvisoria che intreccia gli abitanti del paese, le persone invitate e i visitatori. Per sei giorni e sei notti si legge, si canta, si suona, si discute in un cantiere che è una serena obiezione all’autismo corale. Il futuro è in chi crede alla terra e alla sua sacralità, non in chi pensa solo a saccheggiarla. Il futuro è chi non guarda il Sud con la vecchia lente sviluppista, ma in chi lavora con scrupolo e utopia, in chi tiene assieme il computer e il pero selvatico.

La festa della paesologia non propone un divertimento estivo, ma una nuova militanza, poetica e politica. Chi viene ad Aliano sceglie una visione, partecipa a una lotta. La Luna e i Calanchi fa parte di un movimento più ampio sulle aree interne. Arminio ha redatto la bozza di strategia della Montagna Materana, area pilota del progetto costruito da Fabrizio Barca, e con molte altre persone ha creato la casa della paesologia a Trevico, in Irpinia.

Direzione artistica: 388 7622101

Coordinamento organizzativo, livio: 3441316980

Informazioni logistiche: giuseppe e salvatore 3490609589

 

MALIA: CACCIA ALLE STREGHE Il vero volto dell’inquisizione

La spettacolare e particolarmente indicata cornice del Maschio Angioino, per la rassegna Comunale Estate a Napoli, ospiterà Domenica 2 agosto alle ore 21,00
la piece teatrale MALIA: CACCIA ALLE STREGHE, Il vero volto dell’Inquisizione. Un originale lavoro teatrale presentato da Livia Bertè, che ne ha curato Regia e Drammaturgia, per la direzione artistica di Ilaria Vitale.
Livia Bertè, giovane professionista napoletana, affronta con estrema acutezza un tema denso e tragico, fervido di effetti speciali.
Malia si eleva nell’eresia della diversità, condita di ideali e di sentimenti, spingendosi dentro quel fenomeno oscuro dell’Inquisizione spagnola che, dopo secoli di storia, si stenta ancora a comprendere. Spagna, 1600, il borgo di Logrono, piccolo e tranquillo paese dell’entroterra medievale, diventa “palcoscenico” di una storia tutt’altro che comune. E’ il tribunale dell’Inquisizione a sbarcare improvvisamente tra le mura di tufo e legno ed a sconvolgere la vita della povera gente imponendo la propria coercizione, cercando riprovevoli atti di stregoneria e massacrando la popolazione per il proprio ideale e scopo.
Un sistema usualmente votato al semplice martirio fisico dell’ignoranza si trova inaspettatamente però faccia a faccia con un vero focolare di pratiche arcane ed atti magici, con donne che usano gli antichi saperi tramandandoli da molte generazioni prima che il Vaticano decidesse di imporre la propria coercitiva presenza. Donne che non intendono fermare le loro celebrazioni prima del Solstizio d’Inverno, e che non hanno paura di usare ogni forza del loro mistico potere. Donne che appaiono in una doppia natura, di giorno madri e mogli, più o meno fedeli, affaccendate nelle loro quotidianità di paese; la notte, invece, creature baciate dal Maligno: e allora tutto intorno è odore di sacrilegio.

“Sarebbe più sopportabile morire sul rogo, che contraddire il proprio oscuro signore”.

Il testo parte da elementi e documenti di storie realmente accadute, per sbocciare poi nella realizzazione di un’idea del tutto personale di quella che è stata la stregoneria nei secoli bui e forse da molti anni prima.
Alla fredda durezza di una tortura ripresa interamente dagli atti, trasferita esplicitamente in scena, agitata nel gioco delle brutalità e delle verità, rincorre il fil rouge di una portante e sospesa storia d’amore.
Uno spettacolo prima di tutto visivo: Malia non ha paura di mostrare al pubblico immagini cruente e forti, necessarie a trasmettere il reale senso di quelli che erano i modi di praticare una religione di origine pagana, forse ormai perduta, ricca di sottintesi e sensazioni che più d’essere spiegate, si insinuano meglio nelle ossa alla vista di un atto abominevole, quale poteva essere l’uso dei corpi di neonati nei sortilegi o nei riti orgiastici, propiziatori del raccolto. Il testo di Livia Bertè muove da elementi e documenti di storie realmente accadute, per dischiudersi nella realizzazione di un’idea del tutto personale di quella che è stata la stregoneria nei secoli bui, e probabilmente anche nelle epoche precedenti. Una pièce teatrale dove le parole parlano volutamente meno quel linguaggio comprensibile, invece, agli occhi e all’udito. Mirando dritto ai sensi, inquisitori d’eccellenza.
A sostegno del lavoro della giovane drammaturga le valenti idee di Valerio Gargiulo e Giacomo Privitera, preziosi nel loro aiuto alla regia.
Gli attori protagonisti che regalano i propri volti all’inedita storia e sembrano prender vita da un tempo antico. Fra essi sovrastano la figura dell’Inquisitore, Danilo Rovani, e della strega più antica, Marcella Vitiello. Gli altri protagonisti, Marco Battimelli, Federica Iacobelli, Alessandro Musto, Francesca Niespolo, Gianluca Passarelli, grazie ad un’intricata ragnatela di rapporti intessono la tela del racconto.
Una serie di scene prettamente fisiche, guidate dalla coreografa Claudia Esposito, vedranno coinvolti inoltre gli attori Antonia Baiano, Chiara Falanga, Valerio Lombardi, Luisa Leone e Giovanni Palermo.Il disegno luci e le scenografie, parti fondanti delle suggestioni dell’intero spettacolo sono invece state curate da Valentina Nasti.
Costumi a cura di Franca Naccarato e Tiziana Sarno.
Grafica Salvatore Fiore. Foto Ilaria Vitale.
Costo del biglietto 15 Euro.

PER INFO E PRENOTAZIONI: 339 8191605
333 4666597
MAIL: [email protected]

REGIA E DRAMMATURGIA: Livia Bertè

AIUTO REGIA: Giacomo Privitera, Valerio Gargiulo.

DIREZIONE ARTISTICA: Ilaria Vitale

COREOGRAFIE: Claudia Esposito

CON
DANILO ROVANI: Inquisitore Juan Del Valle Alamarado
MARCELLA VITIELLO: Amaranta Frias

e
Francesca Niespolo : Desideria Johannes de Endara
Gianluca Passarelli: Raul Del Valle Almarado
Federica Iacobelli : Nilia de Golarte
Marco Battimelli: Salazar Alonzo Becerra
Alessandro Musto : Damian de Lambert
Livia Bertè : Melissa Lafarga

ENSAMBLE:

Antonia Baiano : Maria De Gaxen, popolana, spirito
Claudia Esposito: Popolana, Spirito
Chiara Falanga : Johannes De Lambert, popolana
Luisa Leone : Popolana, spirito, vergine sacrificale
Valerio Lombardi : Petri De Juangoregna, popolano
Giovanni Palermo : Secondo boia
Giacomo Privitera : Popolano

COSTUMI STREGHE : Franca Naccarato, Tiziana Sarno

SCENOGRAFIE: Valentina Nasti

GRAFICA : Salvatore Fiore

FOTO: Ilaria Vitale

RIPRESE E MONTAGGIO VIDEO: Davide Franco

A’ CHIENA – L’ EVENTO PIU’ FRESCO DELL’ESTATE – BUS DA NAPOLI –

Per il ciclo: i viaggi fuori dai paraggi
Tata Tour e Curiocity vi invitiamo alla CHIENA DI CAMPAGNA!

Domenica 26 luglio ore 12.00
partenza da Napoli – appuntamento esterno museo Archeologico nazionale

Come ogni anno a Campagna – in provincia di Salerno – torna l’evento più fresco dell’estate, ‘a Chiena ovvero “la piena”. Come ogni anno il fiume Tenza straripa dal suo letto naturale ed inonda la città attraverso un “corso” artificiale.

Quest’anno il PROGRAMMA è ricco e sono tantissimi gli appuntamenti a cui partecipare.
Curiocity & Tata Tour hanno scelto di portarvi alla SECCHIATA, che si tiene ogni sabato pomeriggio, in tenuta da spiaggia e forniti di secchio!
Si scende in strada per lanciarsi reciproche secchiate d’acqua, per combattere la calura estiva e per fare un bagno ristoratore.

La grande NOVITA’ , in vigore dallo scorso anno, sono i servizi offerti ai turisti che affolleranno la città nelle varie date: il SERVIZIO SPOGLIATOIO/GUARDAROBA dove potersi cambiare quando si sarà bagnati fradici!

Il rientro a Napoli è previsto in serata

Allora siamo pronti?

Dress code: vestiti comodi, scarpe da trekking o da ginnastica, in ogni caso comode, e costume da bagno!!!!

Colazione a sacco e bottiglia d’acqua

Trasferimento da Napoli con autobus privato

Contributo a persona :
25€ (relativo al trasferimento con autobus privato a/r Napoli/Campagna – Campagna/Napoli)

* per usufruire del servizio autobus si richiede un pagamento anticipato entro 7 gg dall’evento.

Il pagamento può essere effettuato in contanti presso:
Tatatour
Indirizzo: Via della Sapienza, 50 – Napoli
Telefono: 081 18891696
E-mail: [email protected][email protected]

oppure

on line tramite TicketOnLine
http://www.azzurroservice.net/biglietti/a-chiena-l-evento-piu-fresco-dellestate-bus-da-napoli/

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA
3292885442 – 3246823808- 08118891696

Email [email protected]
[email protected]

Facebook: Curiocity – TataTour

TROFEO RACINGGAME KARTING 2015 – 9°/10° GARE SPRINT

5° ROUND DEL CAMPIONATO RENT KART ELITE DELLA REGIONE CAMPANIA (Possono partecipare all’evento oltre ai Soci e piloti del TRGK 2015 anche ulteriori appassionati, piloti occasionali, neofiti o Gentleman Drivers previa prenotazione)

CONCORSO DI DANZA “SALERNO DANZA d’aMare”

Il Concorso “SALERNO DANZA d’aMare”, è dedicato ai diversi linguaggi della danza:
classica e neoclassica, contemporanea, moderna (tutti gli stili), hip hop, break dance e urban dance (tutti i linguaggi), special show (insieme di più stili) ed è diviso in tre categorie CHILDREN, JUNIOR, SENIOR.
L’intento è quello di far incontrare i giovani che si dedicano all’arte coreutica, creando un’occasione di collaborazione e scambio tra le varie forme di danza e di offrire ai partecipanti un momento di crescita artistica.
In palio: PREMI non in denaro del valore di 15.000 euro, Borse di studio per prestigiose accademie ed eventi nazionali di danza, coppe, medaglie al “TALENTO”, attestati di partecipazione, 4° Trofeo SALERNO DANZA d’aMare.
Giuria: Michele Villanova, Maura Paparo, Francesco Mariottini, Little Phil
INFOLINE SEGRETERIA : 345.465.41.07 [email protected]e.it

AVVISO_ISCRIZIONI A NUMERO CHIUSO per il Concorso Nazionale di danza 4^ edizione “CONCORSO SALERNO DANZA D’AMARE” 19 luglio 2015. Prima di procedere con l’iscrizione, accertarsi CHE CI SIANO ANCORA POSTI DISPONIBILI. Per tutte le informazioni_345.465.41.07. Grazie a tutti per la partecipazione.!! Buona Danza !