UN NUOVO DISCO PER I FAN DEI Coldplay

Dopo  un annetto in un silenzio teso e ribollente di idee, – i Coldplay hanno annunciato l’uscita mondiale del loro settimo album, A Head Full Of Dreams, per il 4 dicembre, su etichetta Parlophone Records. L’annuncio è arrivato come un fulmine inatteso. Il nuovo lavoro sarà presto visibile, o meglio, ascoltabile: undici tracce (più una ghost track) registrate tra Malibu, Los Angeles e Londra con la produzione e supervisione del duo norvegese Stargate, che ha affiancato il sodale da sempre Rik Simpson. “A Head Full of Dreams” è un disco ricco di collaborazioni: per la prima volta nella loro storia, escluso il duetto con Rihanna, i Coldplay hanno lavorato assieme ad esterni come Beyoncè, Tove Lo, Merry Clayton e un inedito Noel Gallagher.

The Voice: perde l’ennesimo giurato

 

J-Ax lascia The Voice: “Ringrazio la Rai, il Direttore di rete Angelo Teodoli e il capostruttura di Rai2 Fabio Di Iorio che hanno creduto fortemente in me e con i quali ho instaurato un rapporto di stima”. The Voice,  dopo Noemi registra un altro abbandono illustre, che secondo  il rapper la causa è imputabile al comportamento poco limpido da parte della produzione, che ha creato un clima poco rassicurante e spiacevole, tanto da pregiudicare la mia partecipazione alla nuova edizione del programma“. Stando così le cose pare proprio che l’intera giuria sarà composta da volti nuovi, come il clamoroso ritorno  di Raffaella Carrà, che aveva lasciato il talent per condurre lo sciagurato Forte forte forte.

Mina e Adriano: di nuovo insieme dopo 18

Dopo 18 anni, le Due leggende della musica italiana, Mina e Adriano Celentano, sono di nuovo insieme per un disco, che pare non abbia ancora un titolo ufficiale. Sono passati quasi 18 anni dall’incredibile successo di Brivido felino, che Mina e Celentano, incisero nel 1998.

cele1

Il disco fu un grande successo, superò il milione e mezzo di copie vendute. La coppia d’oro della musica italiana, come già anticipato da alcuni rumors di stampa qualche mese fa, sono al lavoro con Claudia Mori e il figlio di Mina Massimiliano Pani. Le incisioni, iniziate prima dell’estate, sono avvenute nella sala di registrazione della casa di Adriano Celentano a Galbiate e nello studio di Mina a Lugano, dove sono stati registrati i duetti. Acclamato dalla critica ed amato dal pubblico, il progetto avrà un sequel atteso per il prossimo anno.

cele2
La Tigre di Cremona ha recentemente prestato la sua straordinaria voce per un video in ricordo dei caduti, commisonatole dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri in occasione del Centenario della Prima Guerra Mondiale, che sarà presentato nel corso di un’niziativa commemorativa presso il Sacrario Militare di Redipuglia a metà novembre. Dal canto suo il Molleggiato ha messo in cantiere anche un altro progetto particolare. Sarà infatti protagonista, in versione cartoon, delle serie animata ‘Adrian’ che andrà in onda su Canale 5 e racconterà in immagini stralci della carriera, ma anche momenti più intimi e privati.

Janis Joplin

Tutta l’anima di Janis Joplin, nel film documentario di Amy Berger, “Piece of my heart”, un film emozionante che finalmente rende giustizia alla figura di Janis Joplin.  Una voce, che era insieme bianca e nera, simbolo della musica popolare americana degli anni ’60. Il 4 ottobre del 1970  la notizia del suo corpo senza vita, spezzò  il cure di  tutti gli amanti del  rock e della musica che conta.

fata2

  Il referto del dottor Noguchi, capo coroner della contea di Los Angeles, non lasciò spazio a dubbi: la cantante americana era morta il giorno prima, stroncata da un’overdose di eroina.

fata3

Il suo corpo fu cremato e le sue ceneri disperse nell’Oceano, lungo la costa di Maryn County, in faccia all’Oceano.  Alcune settimane prima di morire, aveva acquistato la lapide della tomba di Bessie Smith, la sua grande musa ispiratrice. E il destino ha voluto che anche il suo ultimo brano si rivelasse una macabra profezia: “Buried alive in the blues”, sepolta viva nel blues. Una vita vissuta pericolosamente, tra droghe e alcol,  era l’era hippy, e Janis entrò a far parte di diverse comuni, stabilendosi a San Francisco per alcuni anni.

fata4

 Nel frattempo, la cantante texana era diventata uno dei simboli del rock al femminile, e, a dispetto di un fisico non proprio da top-model, perfino un sex-symbol. Cicciotella, maschile, vittima dei bulli, complessata si alternano ai filmini sfocati che raccontano la sua trasformazione, la sua voglia di diventare una star, Otis Redding come mito musicale, il soul nel sangue texano, le contaminazioni con il fermento rock di San Francisco e Los Angeles, il Chelsea Hotel a New York, il mitico concerto al festival di Monterey e quello di Woodstock. Amy Berg ha messo insieme tutto, andando a ritrovare i reduci, i compagni di allora della band Big Brother and the holding company , della Kozmic blues band e della Full Titt e poi la sorella Laura e il fratello Michael, Kris Kristofferson tra i tanti. 

fata5

A sostenere il film una superfan della Joplin: Gianna Nannini che legge le sue lettere dando voce italiana.

I SETTIMANA MOZARTIANA 5/7/9/10/11 Ottobre 2015

L’Associazione Mozart Italia, sede di Benevento, in collaborazione con la Napoli Cultural Classic di Nola e la Art Studio Gallery di Benevento è lieta di proporvi la I Settimana Mozartiana, prima fra tutte nella storia di Benevento. La Musica di Mozart, suonata da musicisti di alto spessore, rappresentanti della nostra terra campana inserita tra pittura e recitazione, in una magica cornice, il Convento di San Francesco.

In anteprima, gli artisti:

Musicisti

Giovanni Alvino
Elena Piccione
Gianluca Di Donato
Francesco Fusco
Giuseppe Branca
Luciano Corona
Ugo Montenigro
Pierluigi Minicozzi
Vincenzo Iovino
Marco Musco
Giuliano De Angelis
Rocco Roggia
Raffaele Rigliari
Gianluca Verlingieri
Linda Vanacore

Buone notizie per i fan dei Rolling Stones:tornano dopo 10 anni con un nuovo album

Semaforo verde definitivo per il nuovo album di inediti dei Rolling Stones. Tutti gli elementi della band sono d’accordo nell’aggiungere un ulteriore tassello alla propria carriera discografica.

stones_6/23-5h

Già in passato Richards aveva ventilato la possibilità di un album in arrivo, dicendo che era stato lui stesso ad insistere con gli altri per farli tornare in studio di registrazione. «Comunque si tratta di qualcosa che era lì già da un paio d’anni, in attesa del momento giusto».

ston1

Per i Rolling Stones sarebbe il 25esimo negli oltre 50 anni di storia della storica band inglese. Il lavoro che ne uscirà porrà fine al periodo più lungo trascorso fra un album e un altro degli Stones. L’ultimo lavoro in studio della band è ‘A bigger bang’, risalente al 2005

“Capitani Coraggiosi”

Due “eterni giovatti” e un’unica grande passione per il canto. Gianni Morandi e Claudio Baglioni, “evergreen” tra i più veterani del palcoscenico musicale italiano, stanno condividendo con grande successo, il palco del “Centrale” del Foro Italico di Roma, con  dieci impedibili concerti. Il ciclo di esibizioni, chiamato “Capitani Coraggiosi”, si terrà nel mese settembre, nei giorni 10, 11, 12, 14, 15, 17, 18, 19, 21, 22. «Questo progetto è iniziato alla fine del 2014 e vuole mettere insieme testa e sentimenti, capo e cuore, dei due grandi artisti, che per circa tre ore ripercorreranno le tappe fondamentali del loro percorso musicale, alternando momenti intimisti ad altri più rock e a parti recitate. Capitani Coraggiosi è la canzone appositamente scritta per questo progetto che li vedrà sul palco per altri 9 spettacoli più 2 speciali.

Alla scoperta della valle del Vesuvio tra musica e teatro

Federalberghi Costa del Vesuvio e il Consorzio Costa del Vesuvio propongono 4 itinerari turistici gratuiti, un evento che si pone come obbiettivo la  valorizzazione  e la promozione  delle bellezze culturali e paesaggistiche del territorio. L’iniziativa si svolge nell’ambito di ‘Ethnos’, festival internazionale della musica etnica in programma dal 10 al 27 settembre.

 Ii primo dei 4 appuntamenti è previsto per il 13 settembre alle 17.30 con una visita guidata della valle del Vesuvio dove gli spettatori potranno assistere a uno spettacolo musicale con l’uso del didjeridu.
Si continua il 18 settembre alle 18 con una visita guidata all’Ipogeo di Ercolano. La visita effettuata dal musicista e narratore Giovanni D’Angelo si intreccerà a uno Stabat Mater in napoletano a cura del Laboratorio Voci e Suoni delle Memoria.
Il 19 settembre alle 19 appuntamento al Parco sul mare di Villa Favorita ad Ercolano: lì si svolgerà lo spettacolo ‘Carolinerie Ferdinandee’: attori e musicisti narreranno le gesta di Ferdinando IV di Borbone e di Maria Carolina d’Asburgo.
Il 27 settembre alle 10.30 l’associazione Karma porterà n scena, con una visita teatralizzata, ‘Settecento Frivolezze’. Miti, leggende e tradizioni della vecchia “Neapolis”, uno spettacolo itinerante ed interattivo sulle tradizioni partenopee.

X Factor, la new entry Skin

Al via la nona edizione di X Factor, che si presenta con due novità, una giuria composta da soli musicisti e una nuova categoria dedicata alle band. Per il creatore del format Simon Cowell, la scelta di introdurre in gara le band è una novità rivoluzionaria per il programma. La giuria vede la partecipazione massiccia di musicisti come: il rapper Fedez(l’ultimo vincitore di X Factor, con il suo pupillo Lorenzo) e la popstar Mika( un’altra delle conferme importanti del programma),  la rockstar britannica Skin, voce degli Skunk Anansie ed il ritorno, dopo un anno di assenzae, del figliol prodigo Elio che, spiega cosi la sua presenza: «Finalmente gareggiano le band, anzi i complessi come li chiamo io. Il grande assente della quinta edizione di X Factor targata Sky, dopo le tante polemiche, con strascico, della scorsa edizione del talent sarà Morgan. Il clima forse sarà più sereno, ma non è corretto dirlo, dice Mika, perché non c’è Morgan”.

AL VIA IL MOZART BOX 2015: MICHAEL NYMAN E RAPHAEL GUALAZZI TRA I PROTAGONISTI

Si svolgerà dal 9 al 12 settembre l’edizione 2015 del MozArt Box, lo storico festival diretto da Stefano Valanzuolo che da dieci anni fa della Reggia di Portici una delle più prestigiose ribalte musicali della Campania.Realizzata grazie alla determinazione dell’amministrazione porticese e alla disponibilità di numerosi operatori musicali, la rassegna sarà finanziata solo con fondi comunali e contributi privati.“Il mancato finanziamento regionale ci ha impedito di poter allestire un programma più ricco e articolato” ha dichiarato il direttore artistico, Stefano Valanzuolo “Grazie, però, all’impegno del Sindaco di Portici, Nicola Marrone siamo riusciti a mantenere in piedi la manifestazione conservandone la sua identità culturale”Fedele al suo apprezzato format, la rassegna proporrà ancora una volta un’interessante commistione di generi musicali che, richiamandosi all’eclettismo di Wolfang Amadeus Mozart, vedrà esibirsi alcune delle espressioni più stimolanti della scena musicale italiana e internazionale.Si inizia mercoledì 9 settembre con l’esibizione della Orquesta Juvenil Universitaria Mexico intitolata a Eduardo Mata, celebre direttore d’orchestra messicano prematuramente scomparso. Riconosciuta a livello mondiale come esempio degli importanti risultati culturali e sociali conseguibili da adeguate politiche di divulgazione musicale, l’ensemble vedrà il suo folto organico arricchito dalla presenza di Massimo Quarta, primo violinista italiano dopo Accardo a vincere il “Paganini”.Giovedì 10 settembre sarà la volta di Michael Nyman, il più importante esponente del minimalismo musicale, che renderà il suo personale omaggio al genio salisburghese proponendo tutti i suoi temi di ispirazione mozartiana in una versione per pianoforte e immagini.Come da tradizione, spazio anche ai musicisti campani con il concerto di venerdì 11 settembre di cui sarà protagonista Simona De Rosa con il trio di Tommaso Scannapieco e la partecipazione speciale di Daniele Scannapieco. In scaletta i brani dell’album “Waves” nato proprio dalla collaborazione tra la cantante partenopea e il noto sassofonista.L’edizione 2015 del MozArt vivrà il suo epilogo sabato 12 settembre con l’esibizione di Raphael Gualazzi e del suo quintetto. Per il pianista cantautore un concerto tra grandi classici e standard jazz che si annuncia quanto mai dinamico e coinvolgente. Tutti gli spettacoli del MozArt Box 2015 si svolgeranno nell’esedra della Reggia di Portici con inizio alle ore 21.00. Il costo del biglietto di ingresso sarà di € 10,00 ad eccezione del concerto di Raphael Gualazzi il cui costo di ingresso sarà di € 15,00.L’edizione 2015 del MozArt Box 2015 è interamente finanziata dal Comune di Portici.Per informazioni: tel 3392136038 – 081786285.Aggiornamenti in tempo reale sulla pagina Facebook Mozartbox.Portici, 4 settembre 2015IL PROGRAMMAMOZART BOX 2015PALAZZO REALE DI PORTICIMercoledì 9 settembre, ore 21.00 – Posto unico non numerato € 10,00ORQUESTA JUVENIL UNIVERSITARIA MEXICO “EDUARDO MATA”GUSTAVO RIVERO WEBER, direttoreMASSIMO QUARTA, violinistaLLUVIA RUELAS, soprano – JOSÉ LUIS ORDONEZ, tenoreMusiche di de Falla, Paganini, Manuel Esperón, Alfonso Esparza Oteo, Arturo Márquez, Jose Pablo MoncayoLa Orquesta Juvenil Universitaria intitolata a Eduardo Mata, celebre direttore d’orchestra messicano prematuramente scomparso in un incidente aereo, rappresenta uno degli esiti di quell’ampia politica di divulgazione musicale che vede intensamente e felicemente coinvolti molti paesi americani di lingua spagnola e portoghese. Il concerto di Portici rientra nell’ambito di un progetto di collaborazione tra Italia e Messico, testimoniato dalla presenza di artisti e autori appartenenti alle due civiltà musicali. Di particolare rilievo la presenza di Massimo Quarta, primo violinista italiano dopo Accardo a vincere il “Paganini”, partner di direttori come Harding, Chung, Gatti e Thielemann ed applaudito in tutte le sale più importanti del mondo, dalla Berline Philharmonie alla Scala ed al Bunka Kaikan di Tokyo. Gustavo Rivero Weber, direttore e pianista allievo di Bolet, è fondatore dell’Orquesta “Eduardo Mata”.Giovedì 10 settembre, ore 21.00 – Posto unico non numerato € 10,00Mozart 252MICHAEL NYMAN, piano soloImmagini di Michael NymanMozart è stato essenziale per la Michael Nyman Band sin dal 1977, quando, al National Theatre di Londra e ancora sotto il nome di Campiello Band, eseguì In Re Don Giovanni. Da allora, Nyman si è rifatto spesso a Mozart nelle proprie colonne sonore e composizioni. Nel 2006 la BBC gli commissionò un lavoro che raccogliesse tutti i suoi temi di ispirazione mozartiana. Due anni dopo (di qui il titolo “Mozart 252”), Nyman ha registrato un album basato su due temi principali: Il primo è la colonna sonora di Giochi nell’Acqua (1988) di Peter Greenaway; il secondo deriva dalle canzoni e dai duetti tratti da Letters, Riddles and Writs (1991), un film della BBC che evoca Mozart, interpretato dalla cantante Ute Lemper, sul letto di morte mentre immagina di dirigere Il Flauto Magico. Michael Nyman è considerato tra i padri nobili del minimalismo ed in assoluto uno dei maggiori compositori di musica per film del nostro tempo.Venerdì 11 settembre, ore 21.00 – Posto unico non numerato € 10,00WavesSIMONA DE ROSA, feat. TOMMASO SCANNAPIECO TRIOGuest: Daniele ScannapiecoWaves è il titolo dell’ultimo album di Simona De Rosa e del progetto musicale che la cantante napoletana ha ideato e sviluppato in collaborazione con uno dei musicisti più acclamati della scena jazz internazionale, Daniele Scannapieco. I due si incontrano artisticamente nel 2015 al MusicArt di Napoli. In quell’occasione nasce un sodalizio musicale che coinvolge anche il trio del contrabbassista Tommaso Scannapieco. Pochi mesi dopo incidono Waves, prodotto da MusicArt e Picanto Records: il disco racchiude molti stimoli musicali ricevuti dalla cantante negli anni vissuti a New York.Daniele Scannapieco ha collaborato con pietre miliari della storia del jazz come Dee Dee Bridgewater, Henri Salvador, Joe Lovano, Hilton Ruiz, Gregory Hutchinson, Joe Locke, Stefano Di Battista, Mario Biondi, Eduardo De Crescenzo.Sabato 12 settembre, ore 21.00 – Posto unico non numerato € 15,00Jazz me Up TourRAPHAEL GUALAZZI QUINTETIn uno show travolgente e dinamico, l’inconfondibile sound internazionale di Raphael Gualazzi spazierà tra grandi classici e standard jazz che hanno fatto la storia musicale del nostro secolo, e che per Raphael sono da sempre un punto riferimento, ossia una parte essenziale della sua formazione artistica e discografica d’esordio. Gualazzi, alla voce e al pianoforte, sarà accompagnato sul palco da una grande band multietnica – Laurent Miqueu alla chitarra, Emah Otu Franck al contrabbasso, Gianluca Nanni alla batteria e Luigi Faggi alla tromba – ma non mancheranno, nel corso del concerto, momenti dalla dimensione più intima e open che lascino spazio allo straordinario virtuosismo del trentaquattrenne geniale musicista di Urbino, sempre più lanciato da protagonista sulla scena internazionale.
MICHAEL NYMANMICHAEL NYMANORQUESTA JUVENIL UNIVERSITARIA MEXICO “EDUARDO MATA”ORQUESTA JUVENIL UNIVERSITARIA MEXICO “EDUARDO MATA”SIMONA DE ROSASIMONA DE ROSADANIELE SCANNAPIECODANIELE SCANNAPIECORAPHAEL GUALAZZIRAPHAEL GUALAZZI